I giallorossi vincono e convincono con i colpi di Coda: Benevento – Cremonese 2-1

- Sport IlVaglio.it

C’è la firma del centravanti sannita sull’odierna vittoria, seconda consecutiva, del Benevento tra le mura amiche del ‘Ciro Vigorito’. Non solo per il (suo) bellissmo gol e per l’assist nella rete di Insigne, ma anche per come ha combattuto nei due tempi e ha fatto da decisivo punto di riferimento per il gioco della squadra. Solo un palo poi gli ha impedito la realizzazione di un altro gol. Benevento - Cremonese è finita 2-1, con i sanniti che hanno anche meritato la vittoria. Schiaccianti nel primo tempo, un po’ in difficolta a inizio ripresa, fino al gol dei cremonesi. Però, nella mezz’ora finale, i padroni di casa hanno contenuto bene gli avversari. Anzi, sono stati proprio i sanniti ad aver avuto le occasioni migliori per cambiare il risultato.

Nel Benevento da segnalare oltre la prova di Coda, migliore in campo in assoluto, anche quelle di Billong e Di Chiara in difesa, di Tello a centrocampo e davanti di Insigne che rende meglio da trequartista o comunque da punta centrale che come esterno. Tra i lombardi su tutti un ottimo Castrovilli, con una menzione particolare anche per Mogos e Migliore. Buona la direzione arbitrale del signor Di Paolo di Avezzano.
***
Il Benevento parte in maniera decisamente diversa dalle ultime tre gare. Molto più veloce la propria circolazione della palla, con continui interscambi dei ruoli a centrocampo tra Tello, Viola e Bandinelli, tutti decisamente più vivaci. Tra gli attaccanti si nota subito la presenza di Insigne più al centro del gioco e più vicino a Coda, una mossa di Bucchi che si rivela subito azzeccata.

Dopo uno sprint iniziale dei lombardi che al 40” provano già a far male con un tiro a giro di Castrovilli che finisce fuori, il
Benevento mette subito in luce Coda: colpo di testa del centrattacco su cross di Letizia all’8’: Radunovic para in tuffo. La difesa dei grigiorossi non è al top e al 10’ mette in condizione Tello di servire un assist a Insigne ma il passaggio del sudamericano è troppo lungo. Poi tocca al Benevento ripartire male due volte in pochi minuti dalla propria area, e alla seconda, al 16’, Cascetta servito da Brighenti tira di poco fuori.

Un minuto dopo il gol dell’1-0: Viola a centrocampo passa a Insigne che lancia bene Coda. Il centravanti si libera di Migliore e da dentro l’area fa partire un bellissimo tiro a giro di sinistro che finisce in rete per la gioia della sovrastante Curva Sud. Radunovic nulla poteva fare di più.

Tegola sul Benevento che al 19’ perde per un problema alla caviglia Letizia: subentra Di Chiara. Al 24’ si invertono i ruoli tra Coda e Insigne, con il primo che lancia l’ex Napoli verso la porta cremonese: controllo sapiente e gol di sinistro con la punta per il 2-0.

Nella ripresa cambia la musica, con la Cremonese che comincia con ben altra grinta. Solo un intervento alla disperata di Di Chiara evita il gol al 49’ su un tiro a colpo sicuro di Carretta. Tra il 48’ e il 50’ Insigne spreca due ripartenze. Al 53’ Brighenti, spalle alla porta, lavora bene la palla e la serve al limite a Migliore, fucilata di esterno sinsitro e palla nel sacco, imprendibile per Puggioni: 2-1.

A questo punto però la furia dei lombardi, anziché crescere, va a scemare. E le occasioni migliori per mutare il risultato capitano ancora ai giallorossi, oggi in divisa verde petrolio. Mentre continua il valzer delle sostituzioni, Buonaiuto ha un buon pallone al 55’, ma tira fuori dallo specchio della porta. Ancora Coda in grande spolvero: al 72’ dopo essersi conquistato una punizione, dal vertice destro dell’area di rigore la calcia con un bel e potente destro a rientrare; palla sul palo interno a Radunovic battuto e grigiorossi graziati. E l’ultima azione, degna di nota, sul taccuino vede ancora il nome del centravanti sannita che, in uno spunto personale al 84’, elude due avversari ma tira male e alto.

Benevento: Puggioni, Gyamfi, Volta, Billong, Letizia (20′ Di Chiara), Tello, Viola, Bandinelli, Insigne (58’ Ricci), Coda, Buonaiuto (76’ Improta) A disposizione: Montipò, Gori, Sparandeo, Antei, Costa, Goddard, Nocerino, Volpicelli, Asencio. Allenatore: Bucchi.

Cremonese: Radunovic, Mogos, Claiton, Kresic, Migliore, Arini, Castagnetti (31’st Boultam), Croce (38′ Greco), Carretta (11’st Strefezza) Brighenti, Castrovilli. A disposizione: Ravaglia, Volpe, Marconi, Del Fabbro, Sparviero, Renzetti. Allenatore: Mandorlini.

Note: Ammoniti: Arini, Carretta, Strefezza, Greco; Bandinelli, Volta, Billong, Tello.
Arbitro: Alessandro Di Paolo di Avezzano.