Minacciato stop alle navette per il cimitero: Mastella chiarisca se il Comune sta pagando Trotta bus o no

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

Un mese fa un alto tribunale ha riesumato da polverosi faldoni il nome dell'Amts, riscrivendo l'ultimo capitolo della storia della società del trasporto urbano di Benevento. Il nuovo testo proposto all'attenzione dell'opinione pubblica ma soprattutto della politica locale ha prevedibilmente suscitato un acceso dibattito. Che è andato e va dalla riabilitazione dell'amministrazione comunale precedente alla possibilità od opportunità di far tornare del tutto in vita la società in questione, dall'analisi e dallo studio delle conseguenze della pronuncia giudiziaria alla nomina di un nuovo Consiglio di Amministrazione, fino alla prospettiva ventilata di un ritorno all'operatività dell'azienda.

Per una curiosa coincidenza è tornata a occupare spazi sull'informazione locale, dopo un po' di silenzio, anche la Trotta Bus che nella gestione del trasporto pubblico cittadino ha preso il posto dell’Amts, per scelta della Giunta Mastella. La parte più significativa di tale ritorno di fiamma l'ha svolta il sindacato.

Sono così ricomparse le difficoltà nell'erogazione degli emolumenti, quelle di vario genere legate all'organizzazione del lavoro, il rimpallo di responsabilità. In ultimo si è giunti a far balenare la possibilità della messa in discussione del servizio navetta in occasione dei giorni destinati alla commemorazione dei defunti, servizio in tutto e per tutto essenziale perché si possa raggiungere il cimitero.

Le dinamiche dei rapporti fra un'azienda e le parti sociali, oltre a essere regolamentate, sono il sale di una contrattazione a due, ma non quando tale contrattazione dipende da fattori esterni: in questo caso la correttezza del rapporto fra il Comune di Benevento e la società capitolina Trotta Bus, gestore del servizio della mobilità cittadina che in larga parte dipende dalle rimesse economiche del detto Comue come corrispettivo del servizio offerto (sulle quali aleggia il dubbio).

E' indispensabile che, dinanzi a rimostranze sindacali giunte con un eccellente tempismo a ridosso di fatti giudiziari e di date importanti, come quelle di questa settimana (per le tante visite al cimitero), la Giunta Mastella chiarisca se il suo comportamento è da 'menefreghista' o meno, se cioè sta pagando regolarmente il dovuto alla la Trotta Bus. In tal modo: 1) si eviterà anche la sola sussistenza dell’assurda minaccia ai danni della cittadinanza, nella già triste ricorrenza della commemorazione dei defunti; 2) si allontanerebbero i sospetti sul rapporto a tre, riconducendo la polemica di questi giorni alla fisiologica dialettica fra la 'parte padronale' e i sindacati.