Per futili motivi aggredirono immigrato del Gambia: arrestati 2 beneventani

- Cronaca IlVaglio.it

Stamattina il Gip presso il Tribunale di Benevento ha fatto eseguire la misura degli arresti domiciliari per due beneventani, un 30enne e un 19enne. La locale Procura della Repubblica li accusa di lesioni e violenza privata, con l'aggravante da futili motivi, a un 22enne immigrato del Gambia. Il procuratore capo, Aldo Policastro, ha reso noto che i due arrestati, la notte dello scorso 26 febbraio, hanno prima costretto l'africano, ospite di un centro di accoglienza sito nel Rione Libertà, ad andar via dal luogo in cui si trovava. Alla richiesta di spiegazioni, i due beneventani "l'hanno preso a pugni e colpito con una pietra, cagionandogli ferita alla testa guaribili in 10 giorni". "Le indagini eseguite dalla Squadra Mobile della Polizia - ha continuato Policastro - hanno consentito di acquisire importanti e rilevanti elementi indiziari nei confronti dei due aggressori che nei mesi scorsi erano stati arrestati insieme per alcuni furti e danni di esercizi commerciali".
Gli inquirenti dunque non hanno ravvisato un movente razzista nell'aggressione che comunque ha prodotto, nel febbraio scorso, qualche risonanza e prese di posizione.