Piovono calcinacci alla Moscati di Benevento. Sono dovuti intervenire i vigili del fuoco. La preoccupazione dei genitori - Fotogallery

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

Cronaca di una pioggia annunciata, ma non di quella meteorica invano attesa in questo secco autunno. Sono piovuti calcinacci stamattina nella scuola San Giuseppe Moscati di Benevento al Rione Ferrovia. Sono stati allertati i vigili del fuoco ch subito sono arrivati (vai alla odierna fotogallery). Sul posto, dopo circa un'ora, si è pure recato un tecnico del Comune di Benevento. Si è deciso di transennare le aree esposte a crolli di pezzi di intonaci (tutte le facciate che insistono sul piazzale) in attesa di indicazioni da chi di dovere. Il distacco di intonaco si è verificato in prossimità di uno dei due ingressi della scuola, proprio quello che conduce nell'area apparentemente più compromessa.

Come detto, infatti, si è trattato di una caduta annunciata; da queste colonne fin dallo scorso 12 settembre (clicca per leggere) abbiamo dato spazio all'allarmata denuncia dei genitori degli scolari che frequentano quella scuola. Ma non ci sono stati interventi risolutivi, come abbiamo potuto constatare stamane. E ancora maggiore dunque è la preoccupazione dei genitori dei bambini..

Né è valso un secondo articolo di denuncia del Vaglio.it del 5 novembre (clicca per leggere) a porre quei bambini e chi nell'edificio lavora in condizioni di assoluta sicurezza.

Del resto il sindaco della città, Clemente Mastella, ha autorizzato la frequenza anche di tanti altri edifici scolastici beneventani senza che prima abbia avuto la certezza dello loro agibilità. Si è assunto così una gravissima responsabilità, dovendo invece, a nostro avviso, provvedere a soluzioni alternative, mancando la totale certezza sulla sicureza degli edifici. Stavolta alla Moscati è andata bene, nessun danno alle persone: servirà quest'episodio a far assumere un atteggiamento diverso a chi in queste condizioni fa frequentare le scuole a Benevento, come se nulla fosse? Dobbiamo sperarlo, nonostante la pregressa sperimentata sordità; nel frattempo, noi continueremo a denunciare.
***
Alle 14.05 è poi giunto ai giornali uno scarno comunicato in merito dell'assessore comunale al ramo, Mario Pasquariello, che intanto prova sminuire il fatto, riducendolo a mera "caduta di qualche calcinaccio" e solo annuncia, "per la settimana prossima", "l’eventuale spostamento delle classi situate nella suddetta area in altri ambienti idonei dello stesso plesso"... Così recita integralmente la nota dell'assessore: "In riferimento alla caduta di qualche calcinaccio, registratosi stamani presso il plesso Ferrovia, l’assessore Mario Pasquariello chiarisce che il Comune è prontamente intervenuto mettendo in sicurezza l’area. All’esito della relazione dei tecnici del Settore Opere Pubbliche e d’intesa con la dirigente scolastica, la settimana prossima si valuterà, qualora si rendesse necessario, l’eventuale spostamento delle classi situate nella suddetta area in altri ambienti idonei dello stesso plesso. Il tutto in attesa degli esiti della verifica di vulnerabilità sismica prevista per questo, come per tutti gli altri istituti scolastici della città, in modo da effettuare interventi complessivi e definitivi".