I vertici del Comune s'incontrano: si fa sapere quel che è superfluo, ma si tace sulla commissione ferma da 5 mesi

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

Non più tardi di qualche giorno fa il sindaco di Benevento Mastella e il presidente del Consiglio comunale De Minico hanno avuto un incontro “improntato alla massima cordialità”. Oggetto della discussione: l’attività delle Commissioni consiliari, ovvero una “dettagliata analisi” della loro attività. Prima, però, la nota del Comune ha inteso specificare che “De Minico ha innanzitutto ribadito il suo sostegno e la piena fiducia nell’operato dell’Amministrazione comunale”, che è una affermazione del tutto superflua, se si bada al ruolo istituzionale dello stesso. Ma che, forse, si è - in via generale - resa necessaria per gli spifferi di diffusa crisi politica in seno alla maggioranza di centrodestra che i pifferi di stampa vicini alle stanze del potere fanno uscire con cadenza studiata, e - nel particolare - all’indomani della presenza di De Minico, per quanto al seguito, alla conferenza stampa della Lega Salvini Premier la quale, a suo dire, sarebbe prossima a sbarcare – in gruppo – nell’assise di palazzo (Mosti).

Quanto, invece, al nocciolo della discussione intavolata, ecco che nel dialogo a due non solo “è emersa la congruità del numero delle sedute (delle Commissioni permanenti, Ndr) rispetto alla problematiche sin qui affrontate”, ma anche la “necessità di condensare più argomenti nelle singole sedute”, per ridurre le spese in sostanza.

Piccola, ma proprio piccola, nota stonata in questo tripudio di fanfare, è l’attività della Commissione Sport. Partiamo dalla fine. Sfogliando il sito del Comune ci si avvede che è l’unica senza presidente. Guardando, in trasparenza, ai verbali pubblicati e relativi all’attività della Commissione stessa, ci si avvede che l’ultimo di cui si rilevano tracce è targato 24 luglio. E’ evidente che non ci sia stato nulla da discutere, in questi mesi. Come è ancora evidente che non si sia resa necessaria la nomina ‘ufficiale’ di un nuovo presidente (tanto c’è il vice, Aversano).

E’, pertanto, probabile, che nell’incontro fra Mastella e De Minico il particolare sia sfuggito. D’altra parte è probabile che le dimissioni (sempre luglio 2018) di Luca Paglia, transitato all’Urbanistica (il sito è aggiornato, in tal senso) non abbiano fatto troppo rumore. Che le problematiche di settore incidano poco sul gradimento dell’opinione pubblica. Che il disagio dell’ex presidente circa il generale ‘ostruzionismo’ ricevuto dalla struttura amministrativa del Comune, rivelatosi insormontabile ostacolo (di qui le dimissioni) al proseguimento di una attività ‘normale’ della Commissione, sia stato rimosso.

Dunque, manca solo la nuova nomina per ristabilire la completezza del quadro. Da cinque mesi.