Pulizia di Benevento, Asia, compostaggio, raccolta differenziata: il di tutto e di più di Mastella

- Ambiente Sanità IlVaglio.it

La distanza fra due dichiarazioni politiche lontane nel tempo (ma neppure tanto) impiega – dovrebbe impiegare… - come unità di misura tanto la linearità che la chiarezza. In particolare quando si discute di possibile, evocate emergenze. Come quella dei rifiuti paventata nella conferenza stampa (11 dicembre) a corollario della più recente riunione del Consiglio di Amministrazione di Asia Spa dal sindaco di Benevento Clemente Mastella, peraltro in buona compagnia, perché preceduta da una serie di ‘avvertimenti’ dell’amministratore unico della società partecipata, Donato Madaro.
Breve guida all’orientamento.

1) Linearità (soggetto non sottinteso l’Asia, i suoi operatori e la sua attività).

Giugno 2018. “Parole dure … nei confronti del servizio “che – ha concluso Mastella – non eccelle per quantità e qualità” (Ntr).
Novembre 2018: “Il sindaco ha inteso tributare ufficialmente il ringraziamento della città per il pregevole risultato della differenziata che Benevento realizza in misura maggiore rispetto al resto della regione. ‘Se in passato sono stato anche acerbo per la non perfetta pulizia della nostra città ora invece vi ringrazio (si rivolge agli operatori, Ndr) e ringrazio i cittadini’” (Lab Tv).
Dicembre 2018: “E' scoppiata la pace tra il sindaco Clemente Mastella e l'Asia, nella sua accezione più ampia e complessiva.
Solo qualche mese fa prometteva tuoni e fulmini nei confronti dell'Azienda di completa proprietà del Comune di Benevento… visto che non riusciva a essere presente sul territorio e a soddisfare le aspettative dei cittadini, che sono in definitiva anche i principali azionisti essendo coloro che la mantengono in tutto e per tutto, fino all'ultimo centesimo del suo bilancio, con il pagamento della bolletta. Oggi tutto questo non c'è più” (Gazzetta di Benevento).

Porre in correlazione pulizia e raccolta differenziata amplifica il valore (certo non trascurabile) della seconda ma non risolve il problema della prima. A meno che non si sia preda di miraggi quando ci si aggira per la città e la si apprezza in tutto il suo nitore.

2) Chiarezza (soggetto non sottinteso la comunità sannita).

Aprile 2018. Alle donne locali che protestano contro la decisione della Regione Campania di realizzare un impianto di compostaggio a Sassinoro “si è unito il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, partecipando al sit-in di protesta. «Bisogna farsi sentire», ha tuonato Mastella” (Ansa).
Dicembre 2018: “Infine (si ragiona ormai di una possibile emergenza e conseguente crisi del ciclo dei rifiuti nel Sannio, Ndr) , c’è il tema dell’impiantistica con Mastella che spinge per la realizzazione di un impianto di compostaggio: ‘Il sito non può essere Sassinoro – ha concluso il sindaco -, ma dobbiamo, come territorio, assumerci questa responsabilità’” (Ntr). Responsabilità che, in tutta evidenza, consisterebbe nell’indicare una soluzione al problema, ovvero dove localizzare questo sito, ora divenuto (o sempre stato) necessario. Nella speranza, ovviamente, non ci siano altre mamme locali protestanti cui aggregarsi (e dunque che si opti per un paese di soli maschi…).