Il Benevento verso Padova: la gara contro il Crotone ha indicato la strada da seguire

- Sport IlVaglio.it
L'allenatore del Benevento Calcio Cristisn Bucchi
L'allenatore del Benevento Calcio Cristisn Bucchi

Il Benevento finora più convincente del girone di andata della serie B (ma non c'è da disperare: mancano ancora altre due partite...), domenica sera, ha alzato tre volte il calice per brindare in anticipo coi suoi tifosi e ubriacare di bollicine un Crotone sempre più in crisi. Nei penultimi 90' dell'anno, disputati in contrada Santa Colomba, è accaduto che in una sola volta: sia stata dimenticata la sterilità offensiva; sia scesa dalla spalla di Coda la scimmia dell’improvvido cucchiaio dagli 11 metri; siano state confezionate – come si suole dire – due reti di pregevole fattura, l'una in contesto di manovra, l'altra in virtù di un bello spunto personale. Sintesi a loro volta dell'efficacia del complesso e della qualità dei singoli.

Sciolto, quindi, in anticipo rispetto al canonico e familiare orario il nastro del dono giallorosso, è venuta fuori una prova impeccabile anche nei suoi pochi risvolti negativi, piccole sbavature negli appoggi o qualche spreco in zona gol da limare. Su tutto il conforto di una ritrovata autorevolezza, una disciplina tattica osservata con puntualità, una gestione in campo e dalla panchina più serena, dalla lettura dell'andamento agonistico ai cambi in corso d'opera.
Insomma, nel cielo del Sannio è apparsa con perfetto tempismo una cometa giallorossa, per un insieme di congiunzioni astrali (quella che si costruiscono negli allenamenti...), che ha segnato la strada da seguire, adesso, dopo tante, troppe settimane di opacità celeste.

Non si può certo non riconoscere quanto arduo sia il percorso e difficile il torneo, come dimostra l'insieme dei risultati ed in fondo la classifica stessa. Ma la prova contro il Crotone ha davvero diffuso un'immagine confortante della squadra, del gruppo, al tempo stesso impegnandola con concretezza sul nuovo compito di non far scemare il tasso di qualità ed aggressività, concedendosi al piacere della continuità.

(La carovana dei tifosi si appresta alla partenza per Padova: domani si sera si gioca