Le parlamentari grilline sulla scia di Mastella: tutti depositari della verità assoluta i politici

- Opinioni IlVaglio.it

Diverte notare come gli alfieri della trasparenza, gli esponenti del MoVimento 5 Stelle, abbiano in fondo, almeno qui nel Sannio, un comportamento difforme addirittura rispetto all'esecrata 'casta', peggiorandone – se possibile – la tendenza a farsi assoluta depositaria della Verità. Il sindaco di Benevento Mastella propone sul suo profilo Fb la diretta streaming della conferenza stampa di bilancio dell'attività amministrativa 2018; le senatrici grilline Danila De Lucia e Sabrina Ricciardi si limitano alla pubblicazione di una foto del brindisi augurale e a un lungo post di riassunto della propria conferenza, congiunta (l’unione, si sa, fa la forza), raccogliendo un cordiale coro di auguri e i soliti, vuoti slogan di compartecipazione.

Per tacere, ancora, della sapidità con cui (profilo De Lucia) viene commentata la manovra economica inflitta al Paese: attraverso la 'condivisione' di un video del Blogdellestelle che illustra, per sopperire alla propria mancanza di parole, “cosa ha spiegato Conte sulla manovra. Questi i numeri della Legge di bilancio e del Decreto fiscale. Un grande risultato per tutti gli italiani!”.

Va meglio (?) invece con il commento della Ricciardi, che rievoca fasti berlusconiani: “Cortesemente, lasciateci lavorare che abbiamo un mandato della stragrande maggioranza degli italiani da rispettare”. Dalle sue parole, dalle cronache on line, emergono aspetti edificanti: “Abbiamo parlato di questa legge di bilancio, rivoluzionaria e davvero di rottura rispetto al passato”, ma hanno taciuto in buona sostanza sui punti critici di detta manovra, né più, né meno replicando lo schema del giorno precedente della conferenza del sindaco Mastella, un timbro col sigillo “fatto!” senza spiegazioni effettive, né dimostrazione alcuna di padronanza della materia (si pensi in proposito alla paventata pioggia di 1000 milioni di euro prevista dalla meteorologa Ricciardi e stanziata per le opere pubbliche del Sannio... dalla legge Sblocca Italia del 2014, come ha puntualmente e puntutamente fatto rilevare Sanniopage.it).

Soprattutto hanno taciuto la propria triste condizione di parlamentari cui è stata chiesta un’acritica fiducia parlamentare su un testo non visto né studiato, e non solo dalle opposizioni.

Il difetto di competenza che le cronache sollevano sorridendo con amarezza alla lunga teoria di gaffe, silenzi, sproloqui, è parte integrante del pedigree del parlamentarismo a cinque stelle: piuttosto che portavoce della gente, la componente si rivela mera esecutrice materiale di un rapporto 'giuridico' fra le elites di due partiti fondato su uno scambio di reciproche convenienze (do ut des) che collimano con i loro interessi, piuttosto che del costantemente invocato (a sproposito) popolo.

In sintesi, un'efficace rappresentazione dei contenuti del rendiconto dei parlamentari grillini è un semplice foglio bianco con rimandi a video, link certificati con il bollino a 5 stelle.