La società civile manifesta a Benevento contro le politiche disumane del Governo

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

24 sigle - associazioni, solidali, cattoliche e laiche, professionali, ricreative, ambientaliste, antifasciste, politiche, sindacati, centri sociali, cooperative nonché 9, tra sindaci e consiglieri comunali, unitesi sotto la sigla Coordinamento Sannio Antirazzista, hanno lanciato un appello alla società civile sannita, perun presidio innanzi alla Prefettura di Benevento per il giorno 9 gennaio 2019 alle ore 18.30 per manifestare apertamente il pieno dissenso alle politiche disumane dell’attuale Governo Italiano”. Di seguito il testo integrale dell’appello:

APPELLO ALLA SOCIETÀ CIVILE
La società civile della Provincia di Benevento riunitasi spontaneamente nel coordinamento Sannio Antirazzista si autoconvoca in un presidio innanzi alla Prefettura di Benevento per il giorno 9 gennaio 2019 ore 18.30 per manifestare apertamente il pieno dissenso alle politiche disumane dell’attuale Governo Italiano.

Manifestiamo contro i porti chiusi. In un’Italia assillata dal problema dello spopolamento delle sue aree rurali, dall’emigrazione dei suoi giovani e dall’invecchiamento della sua popolazione, la chiusura dei porti rappresenta un gesto di cinismo ideologico a cui non vogliamo sottostare in silenzio. Il sistema dell’accoglienza diffusa in Italia rappresentava un’eccellenza in Europa ed essere accoglienti è per noi un valore mediterraneo che ci rende leader nel mondo e non succubi di potentati economici e finanziari. I 49 naufraghi ospiti della Sea Watch possono e devono subito sbarcare in Italia ed essere accolti nei tanti posti liberi degli SPRAR esistenti.

Manifestiamo contro l’Europa dei muri. La Comunità Europea nasce per l’ardente desiderio di pace e di riconciliazione dei suoi padri fondatori. Non è possibile oggi garantire la pace in un mondo dove aumentano le disuguaglianze tra ricchi e poveri, la pace non si difende con i muri e con le armi, ma con l’intelligenza politica ed il dialogo, con l’impegno per l’uguaglianza nella distribuzione delle risorse e per lo sviluppo e l’emancipazione di tutti i popoli. I porti chiusi e l’Europa dei muri e dell’indifferenza costituiscono un grande tradimento all’Europa e ai suoi valori fondativi.

Manifestiamo contro la Legge 113/2018. Il cosiddetto Decreto Sicurezza rappresenta la deriva disumana e la miopia politica del governo attuale, scaricando l’abbandono di decine di migliaia di migranti sulle spalle già fragili del welfare municipale e non garantendo pari trattamento ai residenti di uno stesso comune, creando una nuova segregazione razziale a cui non pensavamo di dover nuovamente assistere dopo la rovinosa e drammatica cacciata del fascismo dalla nostra patria.

Manifestiamo per esprimere il nostro dissenso a questo decreto. Manifestiamo per difendere la Costituzione Italiana ed i suoi principi di inclusione, solidarietà e uguaglianza dall'attacco perpetrato da questa legge.

Chiunque ha a cuore le sorti della sua umanità, dell’umanità dei suoi figli e dell’umanità del nostro paese venga al presidio a dichiarare la sua posizione in questa Storia. Inviateci la vostra adesione come organizzazione o come singoli amministratori.

Le adesioni sono in continuo aggiornamento.

Coordinamento Sannio Antirazzista: Consorzio “Sale della Terra”, Caritas Diocesana di Benevento, Azione Cattolica Diocesana, Acli Benevento, Giuristi Democratici - sez. di Benevento, Lidu Benevento, Coordinamento di Libera Benevento, L@p Asilo 31, Confederazione Generale Italiana del Lavoro - Cgil - Benevento, Anpi Benevento, Arci Benevento, Angsa Campania, Uisp Benevento, Associazione La Rete Sociale, Comitato Sannita Acqua Bene Comune, Federazione Provinciale dell'Unione Sindacale di Base, Asia - Usb, Collettivo Studentesco Clandestinamente, DemA Benevento (Democrazia e Autonomia), Movimento Articolo Uno, Più Europa Sannio, Confcooperative: presidente regionale Antonio Borea, Federsolidarieta: Mariagrazia Di Meo referente Benevento, Git Banca Popolare Etica Sannio Irpinia Molise: Giuseppe Tecce coordinatore soci.

Amministratori: Giuseppe Addabbo - sindaco di Molinara, Delia Delli Carri - consigliere comunale Benevento, Dario Belfiore - consigliere comunale Foglianise, Claudio Ferrucci - consigliere comunale Amorosi, Stefania Pepicelli - consigliere comunale Ceppaloni, Elio Graziano Fiorillo - consigliere comunale Ceppaloni, Angelina Caliendo - consigliere comunale Ceppaloni, Emilio Imbriani - consigliere comunale Ceppaloni, Alessandra Limata - assessore Comune di Torrecuso.