Riparte il campionato di Serie B con la speranza di risolvere in positivo il rebus Benevento

- Sport IlVaglio.it
Bandinelli, protagonista  nella gara d'andata a Venezia
Bandinelli, protagonista nella gara d'andata a Venezia

Non ci si allontana dal vero sostenendo che il campionato di serie B del Benevento (ri)comincia adesso. Il turno di riposo alle spalle, valido per la seconda giornata del girone di ritorno, si è rivelato 'indolore': l'insieme dei risultati maturati nella metà alta della classifica ha, in pratica, lasciato del tutto inalterate posizione e ambizioni dei giallorossi di mister Bucchi. Quanto finora del cammino messo alle spalle ha delineato, ponendo il Benevento in piena zona play/off, l'obiettivo minimo da conservare e/o perseguire, rapportato alla qualità della rosa d'atleti. Quest'ultima, inoltre, è stata ritenuta tale (cioè di buon livello) come ha dimostrato il cosiddetto 'mercato di riparazione' di gennaio: un innesto in difesa (Caldirola), in mezzo al campo (Crisetig), nella fase offensiva (ma solo con il ritorno di Armenteros) rappresentano puntelli ad altrettanti settori e non certo uno stravolgimento tattico e dello spogliatoio.

Certo, anche le avversarie hanno provveduto alla bisogna in sede di contratti nuovi e certo la loro fisionomia potrebbe aver subito mutamenti anche significativi, ma il campionato, nel suo complesso, finora non ha espresso valori tanto distanti fra di loro nelle squadre del gruppo di testa: non esiste (ancora) una dominatrice assoluta, la distanza – per esempio – dalla promozione diretta per il Benevento è di appena 6 punti, colmabile insomma.

Comunque lo si guardi, il torneo cadetto in salsa sannita resta ancora a oggi un piccolo rebus, qualcosa di inespresso ma con tutte le carte in regola, ancora, perché dallo stato ninfale si giunga a una metamorfosi compiuta che certifichi uno stadio definitivo nella fisionomia e negli obiettivi.

La prima occasione è fornita domani, domenica 3 febbraio alle 15, dal ritorno in campo dopo un mese di gennaio poco costellato di impegni agonistici 'seri' (solo la trasferta a Lecce, in chiave campionato), al cospetto del pubblico amico (curioso e come sempre numeroso) e contro una compagine movimentata in profondità, il Venezia di mister Zenga, alla cui corte sono giunti gli attaccanti Cristiano Lombardi e Alessandro Rossi, dalla Lazio, nonché Riccardo Bocalon, dalla Salernitana; il difensore centrale Michele Fornasier, dal Pescara; il terzino slovacco Robert Mazan, dal Celta Vigo; il centrocampista Emmanuel Besea, dal Frosinone; il portiere Bruno Bertinato, dai brasiliani del Coritiba FC, quasi tutti inseriti nella lista dei 23 i giocatori che prenderanno parte al match contro il Benevento, così composta: Facchin, Bruscagin, Coppolaro, Domizzi, Bentivoglio, Suciu, St Clair, Vicario, Modolo, Pinato, Zennaro, Besea, Mazan, Segre, Schiavone, Lezzerini, Lombardi, Rossi, Cernuto, Garofalo, Zampano, Bocalon, Vrioni.

Queste, dall'altra metà del campo, le convocazioni giallorosse di mister Bucchi:

PORTIERI: 12 Montipò, 22 Gori, 32 Zagari; DIFENSORI: 7 Di Chiara, 18 Gyamfi, 3 Letizia, 5 Antei, 15 Costa, 14 Volta, 13 Tuia, 35 Caldirola; CENTROCAMPISTI: 25 Bandinelli, 4 Del Pinto, 8 Tello, 10 Viola, 34 Crisetig, 21 Goddard; ATTACCANTI: 9 Coda, 16 Improta, 19 R. Insigne, 17 Buonaiuto, 27 F. Ricci, 33 Armenteros, 29 Asencio.

Parte, dunque, davvero la 'nuova' serie B, in tutti i sensi.