Scarico abusivo nel fiume Calore, denunciato il titolare di un mattatoio

- Cronaca IlVaglio.it

A seguito di segnalazioni relative a forti miasmi provenienti dalle acque del fiume Calore, improvvisamente diventate di colore rosso, il personale della Stazione Carabinieri Forestale di Benevento, coadiuvata dai tecnici dell’ARPAC, è prontamente intervenuto all’interno del mattatoio sito in località San Marco del capoluogo sannita. L’attività di polizia giudiziaria - ricorda la nota diffusa alla stampa - ha fatto emergere che la ditta di macellazione carni ivi ubicata aveva abusivamente collocato una tubazione in pvc, che dalla vasca di stoccaggio veicolava i reflui derivanti dalla lavorazione degli animali direttamente alla rete fognaria comunale, indi confluendo nel fiume Calore. Il titolare della ditta, privo delle prescritte autorizzazioni amministrative, è stato deferito all’A.Giudiziaria per scarico di acque reflue industriali senza autorizzazione, reato previsto e punito dall’art. 137 del Decreto Legislativo n. 152/2006 e ss. mm. e ii.

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Benevento hanno provveduto a sequestrare la tubazione abusiva, impedendo il protrarsi dell’azione criminosa e l’aggravamento del danno ambientale.