Un autogol basta al Benevento per aggiudicarsi il derby contro una modestissima Salernitana: 0-1

- Sport IlVaglio.it
Alessandro Micai
Alessandro Micai

Dopo un noioso primo tempo, finito a reti inviolate, al 49° un infortunio capita al portiere granata Micai. Su un cross di Insigne si tuffa per respingere ma insacca nella propria porta. E’ l’episodio che decide Salernitana – Benevento. 0-1 il risultato finale di un derby campano di rara bruttezza: per l’incapacità delle squadre di disegnare geometrie di gioco degne di questo nome. L’impegno principale delle compagini, infatti, è stato quello di non prenderle. Il Benevento c’è riuscito, ma soprattutto perché i granata davanti sono pressoché inesistenti. Dopo il gol, infatti i sanniti hanno pensato solo a difendersi e a ripartire e i salernitani a buttarla in avanti, collezionando solo tanti, inutili calci d’angolo. Nonostante la tattica rinunciataria e timorosa, sono stati i giallorossi ad avere occasioni per raddoppiare, ma le hanno sprecate. Vittoria, per ciò, tutto sommato meritata.

I sanniti traggono da questi dimenticabilissimi 95 minuti i 3 punti che li lanciano ancor più in alto in classifica. Ma non bisogna illudersi. Senza gioco prima o poi ci si fermerà: non si troveranno sempre squadre così deboli e rinunciatarie come la Salerniatana.

La scusante per Bucchi può essere individuata nella contemporanea assenza dei giocatori più capaci in sede offensiva quali Bandinelli e Tello. In più si è aggiunto, sempre per infortunio, il forfait di Di Chiara che almeno qualche lancio quando gioca lo fa.

Di Chiara, però, in difesa è stato sostituito bene, dalla new entry Caldirola che è stato quello che ha meritato il voto più alto (6.5, non di più) ex aequo con Volta e Insigne. Coda pure si è dato da fare, di fronte ai suoi ex tifosi che l’hanno applaudito, ma ha sporcato la sua prestazione divorandosi un gol, solo davanti a Micai dopo un bel contropiede imbastito da una combinazione Improta-Insigne. Prossima gara per i giallorossi al ‘Ciro Vigorito’ sabato 16 alle 15, ospiteranno i veneti del Cittadella.

La cronaca
10° - Filtrante di Insigne per Improta in area, tiro di poco a lato.
13° - Lopez crossa dalla linea del fallo laterale, in area impatta di testa di Casasola: di poco alto sulla traversa.
21° - Insigne serve Coda al limite dell’area, tiro debole facilmente parato.
24° - Cross dalla linea opposta del fallo laterale di Djaian Anderson per Andrè Anderson che colpisce di testa: Montipò ben piazzato blocca in tuffo.
25° - Coda smarca solo in area Buonaiuto che riesce a colpire solo con la punta, Micai in tuffo devia in corner.
27° - Punizione di Letizia, bel colpo di testa di Coda, di pochissimo alto sulla traversa.
41° - Sugli sviluppi di una punizione di Coda respinta dalla barriera, palla a Letizia che tira una sassata da fuori area, Micai respinge in tuffo in angolo.
49° - Insigne fa un bel cross da fuori area sulla destra, Macai preoccupato per l’assenza di difensori, si lancia in tuffo ma anziché allontanare la sfera la spedisce nella propria porta: 0-1.
62° - Improta lancia Insigne in contropiede, delizioso assist per Coda che, solo davanti a Micai, controlla ma poi spara sul portiere.
69° - Il Benevento spreca una ripartenza con Insigne rimontato al limite dell’area granata da un difensore.
93° - Insigne prova a dribblare Migliorini che si disinteressa del pallone e lo stende in area: per l’arbitro non è rigore.
94° - Ancora Insigne serve un pallone al bacio nell’area del portiere a Buonaiuto che non ci arriva e si schianta sul palo…
95° - Letizia lancia Improta in contropiede ma tira fuori.

Il tabellino:

Salernitana: Micai; Perticone (57°, Rosina), Migliorini, Gigliotti; Casasola, Minala (68° Di Gennaro), Di Tacchio, Lopez; Andrè Anderson (79° Calaiò), D. Anderson; Jallow. A disposizione: Vannucchi, Pucino, Bernardini, Mantovani, Vuletich, Memolla, Schiavi, Orlando, Mazzarani. Allenatore: Angelo Gregucci.

Benevento: Montipò; Volta, Antei, Caldirola (85°, Tuia), Letizia; Del Pinto (80°,Viola), Crisetig, Buonaiuto, Improta; Insigne, Coda (87°, Armentros). A disposizione: Gori, Zagari, Di Chiara, Tello, Maggio, Gyamfi, Goddard, Ricci, Asencio. Allenatore: Cristian Bucchi.

Arbitro: Eugenio Abbatista di Molfetta.

Ammoniti: Lopez, Minala, Coda, Volta.