Il Benevento si difende bene e batte il Cittadella (1-0). La scalata verso la vetta in classifica continua

- Sport IlVaglio.it
L'azione del gol di Coda
L'azione del gol di Coda

E’ stata una vittoria dell’applicazione e della grinta quella del Benevento oggi al ‘Ciro Vigorito’ contro il Cittadella, nella gara conclusasi con il risultato 1-0. I veneti si sono dimostrati superiori sul piano del gioco, soprattutto a centrocampo ma, una volta giunti nei pressi dell’area di rigore giallorossa, non sono riusciti a impensierire gli avversari. Merito della attenta fase difensiva dei sanniti (non solo dei difensori) che ha sempre prevalso, almeno fino al 96°… E sì perché, sull’ultima azione della gara, a salvare la vittoria è stato il portiere Montipò che ha sventato, con una prodezza, il gol del pareggio. C’è stata un’incornata di Diaw che è salito altissimo schiacciando di testa a colpo sicuro, ma Montipò – un gatto! - gli ha detto no respingendo il pallone.

Decisivo il bravo estremo difensore giallorosso, non meno del solito Coda, il bomber sannita che, al 40° del primo tempo, ha fatto la differenza spingendo in rete una punizione di Buonaiuto, in ciò agevolato da una dormita della difesa patavina.

Dopo un primo tempo chiaramente dominato dai veneti, nella ripresa i campani sono apparsi più aggressivi e hanno più agevolmente limitato i danni, avendo anche delle occasioni per raddoppiare in ripartenza, gestite male.
e
Tra i veneti i migliori in campo sono stati Benedetti e Settmbrini, davvero bravi e inesauribili; tra i sanniti, oltre i citati Coda e Montipò, deve essere segnalata l’ottima prestazione di tutti i difensori (anche di Tuia subentrato a Volta, infortunato a inizio ripresa) e in particolare di Caldirola, davvero un ottimo acquisto nel mercato invernale di gennaio.

Prossima gara sul bollente campo di Foggia, in una gara ad alto impatto, dati anche i non buoni rapporti tra le tifoserie e la presenza di tanti ex sanniti nelle file daune. C’è, inoltre, la sconfitta nella gara d’andata patita a Benevento da riscattare, ma soprattutto una classifica da scalare per i sanniti, ancor più dopo il pareggio di ieri tra Palermo e Brescia, le uniche due squadre che precedono i giallorossi, diventate dopo il gol odierno di Coda ancora più vicine. Ed entrambe, a differenza del Benevento, dovranno ancora scontare il turno di riposo…

La cronaca
3° - Cross di Ghiringhelli, Moncini impatta di testa: alto.
10° - Azione personale insistita di Improta, il tiro finisce alto.
15° - Pericoloso cross di Benedetti che taglia l’area, Settembrini non riesce in spaccata a correggere in rete.
17° - Improta per Bandinelli in area, il centrocampista si gira la fa partire un tiro fiacco: Paleari para senza difficoltà.
18° - Azione personale di Letizia che tira dal limite, Paleari para.
32° - Caldirola riesce a fermare in extremis Panico lanciato da solo a rete.
36° - Corner per i veneti, sugli sviluppi tiro dal limite di Branca dii poco fuori.
40° - Benevento in vantaggio. Punizione di Buonaiuto dall’out sinistro d’attacco. Portiere e difensori ospiti a vuoto, Coda impatta di spalla e insacca: 1-0.
53° - Cross di Benedetti, colpo di testa di Moncini di poco fuori.
58° - Ripartenza del Benevento: Improta lanciato preferisce tirare (il portiere para), ma c’era in area Coda da poter servire.
65° - Brutto rinvio in area del Cittadella, Ricci prova ad approfittarne con una rovesciata che però termina fuori.
67° - Tiro-cross di Benedetti, para Montipò a terra.
73° - Siega ci prova dai 25 metri, para Montipò.
74° - Settembrini dalla linea dell’area di rigore scaraventa un bolide che sfiora il palo.
76° - Quasi autogol di Ghiringhelli che toglie il pallone dalle mani del proprio portiere, ma poi riesce a spazzare, prima che la palla entri in rete.
77° - Buonaiuto decentrato in area tira forte, respinge a mani aperte Paleari.
96° - Corner di Benedetti Diaw salta più in alto di tutti e schiaccia in rete, ma vola Montipò che respinge alla gande ed evita il pareggio.

Tabellino
Benevento
: Montipò; Letizia (Maggio, 61°), Volta, Antei, Caldirola; Buonaiuto, Bandinelli, Crisetig, Improta; Coda, Ricci.
Cittadella: Paleari; Ghiringhelli, Frare, Drudi, Benedetti; Settembrini (Diaw, 79’), Pasa (Maniero, 61’), Branca; Schenetti; Moncini, Panico (Siega, 65’).
Arbitro: Aleandro Di Paolo di Avezzano.
Ammoniti: Drudi, Branca, Settembrini, Maniero, Antei, Improta, Armenteros, Asencio, Crisetig.