Forgione (Cisl): la Uil non può impartire lezioni di sindacalismo a Benevento

- Economia Lavoro IlVaglio.it

Scrive il responsabile provinciale Enti Locali della Cisl, Antonio Forgione: E’ stato pubblicato sulla stampa locale uno strano comunicato della F.P UIL che accusa la CISL di avere rapporti preferenziali con l’amministrazione del Comune di Benevento. Strano che proprio la UIL ponga un problema di correttezza etica tra le organizzazioni sindacali visto nel corso degli anni ha privilegiato, unica tra le OO.SS, rapporti unilaterali con amministratori e dirigenti degli enti locali e non solo. Il linguaggio, inutilmente offensivo ed indice di frustrazione, non meriterebbe alcuna risposta parlando i fatti da soli. E’ anche fastidioso prodursi in una polemica con chi, normalmente, si spende, sulla stampa, in sperticate lodi per amministratori e dirigenti, spesso contro i lavoratori.

Rispondiamo solo per chiarire che l’incontro di che trattasi è avvenuto per una specifica vertenza promossa da alcuni dipendenti tramite la CISL. Sui temi generali ci siamo limitati, correttamente, a sollecitare uno o più urgenti incontri di delegazione trattante, con tutti i sindacati per le gravi problematiche di natura organizzativa e contrattuale che attanagliano l’ente. Stia tranquilla la F.P, UIL che noi di rapporti preferenziali non abbiamo mai sentito il bisogno e la legittimazione ce la danno solo i lavoratori che ci onoriamo di rappresentare.

Non siamo abituati a chiedere prebende o “favori” o promozioni. Siamo, da sempre, gente seria abituata alle regole ed a difendere “solo” i lavoratori ed i cittadini. Chiediamo scusa per il tono ed il linguaggio a chi ci legge non siamo abituati a polemiche da lavandaie (con tutto il rispetto) ma, purtroppo ci siamo trascinati.

Ringraziamo invece le testate giornalistiche, essenziali e preziose nel loro lavoro che spesso ci ospitano e ci permettono di dare voce a problemi reali che interessano i lavoratori e gli utenti poco interessati invece a stupide diatribe sindacali ( o personali).