Seconda trasferta in fila per il Benevento. Obiettivo: dimenticare Livorno. E fare risultato a Cremona

- Sport IlVaglio.it

Dimenticare Livorno: un imperativo, ovviamente. E l’eventuale, auspicabile cambio di rotta a Cremona non sarà certo figlio dei giorni del ritiro (a Coverciano...), altrimenti non si comprenderebbe perché mai la formula della ‘clausura’ non divenga prassi ordinaria invece che ripiego straordinario per leccarsi le ferite secondo la logica dei panni sporchi lavati solo in famiglia. Ci vuole poco, insomma, per cogliere il senso della seconda trasferta in fila del Benevento: scacciare quel sapore amaro lasciato dalla bruttezza della prova sannita in terra labronica, riprendere il cammino della speranza interrotto dopo dieci risultati utili consecutivi.

In fondo, il numero degli scontri diretti fra le squadre più accreditate, diciamo quelle contenute nel fazzoletto dei pochi punti in vetta alla classifica, è sensibilmente inferiore alle altre gare che completano il calendario stagionale: ovvero, è più facile perdere campionati lasciando punti per strada non con le più forti, ma con le più compromesse, o le meno motivate, del lotto delle avversarie. Ragione, questa, ulteriore perché i giallorossi non sottovalutino i lombardi padroni di casa, ma - anche – li affrontino non come è accaduto coi toscani nell’infelice Monday night dinanzi, per giunta, alle telecamere Rai perché una platea più numerosa ne valutasse il disimpegno: timorosi, impacciati, svagati, inspiegabilmente appagati degli sforzi precedenti, deconcentrati sul presente.

Con l'incontro allo Zini andrà in archivio una quarta volta fra le due squadre, quindi in questo torneo si tratta di una ripetizione in trasferta dell'unico precedente giallorosso, che risale alla Lega Pro della stagione 2009/2010: finì 1/0 per i grigioneri allenati da Venturato, con gol decisivo di... Massimo Coda (che nel ritorno ne fece addirittura due per il successo esterno 1/3 della Cremonese. L'attaccante ha vestito la maglia lombarda dal 2008 al 2011 andando a bersaglio 24 volte). All'andata, stavolta in serie B, è finita 2/1 per i giallorossi e sempre Coda ci ha messo lo zampino, poi raddoppiato da Insigne.

Un palmo su dalla zona play/out, l'attuale momento della Cremonese viene sintetizzato così dal centrocampista di casa Massimo Arini: “Il calcio è fatto di numeri e quelli sono oggettivi non riusciamo a far gol da 5 partite è evidente che dobbiamo fare di più. I discorsi sul modulo lasciano il tempo che trovano, contano invece l’approccio alla gara e l’atteggiamento nei momenti delicati. L’autocritica è necessaria: nelle ultime partite appena ci siamo trovati di fronte ad una difficoltà non siamo riusciti a reagire e a ribaltare la situazione. E’ solo una questione di testa: da domenica il vento deve cambiare”. E domenica c'è il Benevento, “che per organico – prosegue l'atleta nella nota del sito ufficiale della società - è una delle 3-4 squadre che possono lottare per la promozione diretta. Per questo contiamo sui nostri tifosi che ci sono sempre stati vicini: abbiamo bisogno di loro”.

Quanto all'aspetto statistico, ecco alcune curiosità relative alla gara. E' la 200° presenza in carriera professionistica per Luca Strizzolo, per esempio. L’attaccante della Cremonese somma finora 76 gettoni in serie B, 111 in Lega Pro, 7 in coppa Italia e 5 in altri tornei post-season con le maglie di Pisa, Treviso, Real Vicenza, Lucchese, Pordenone, Cittadella e Cremonese. Esordio il 7 agosto 2011 – coppa Italia – Pisa-Sibilla Cuma 3-0. Da 470’, inoltre, la Cremonese è a secco di gol. Lo ha segnato Migliore al 70’ di Cremonese-Palermo 2-0 dello scorso 26 gennaio l’ultimo gol in serie B Poi l'astinenza, sommando i 20’ restanti della gara contro i siciliani e le intere a La Spezia (0-2), in casa contro il Padova (0-0), a Cosenza (0-2), allo “Zini” contro l’Ascoli (0-1) ed a Salerno (0-2). Dal giorno dell’ultima vittoria (e degli ultimi gol), 1 punto in 5 partite per i lombardi. La Cremonese ha segnato finora 22 reti e – insieme al Cosenza – vanta l’attacco meno prolifico del campionato cadetto 2018/19, mentre il Benevento è una delle 4 squadre che vince di più nella B 2018/19 – con Brescia, Palermo e Pescara –: 12 le vittorie collezionate da questo quartetto di squadre, dopo 27 giornate. L’ex Massimo Coda è al terzo posto dei marcatori della serie B 2018/19 con 13 gol all’attivo. Meglio dell’attaccante di Bucchi hanno fatto finora Mancuso (Pescara), con 17 reti segnate e Donnarumma (Brescia), a quota 22. Il bomber del Benevento è il giocatore più decisivo della sua squadra, con 13 punti portati grazie alle sue 13 marcature. Intanto, Luca Antei è alla 100° gara nel professionismo, dove finora somma 58 gettoni in serie A, 32 in B, 7 in coppa Italia, 2 nelle coppe europee con le maglie di Grosseto, Sassuolo e Benevento. Esordio l’1 ottobre 2011, serie B, Grosseto-Ascoli 3-3. Invece, Federico Ricci è il giocatore che è entrato più volte a partita in corso della Lega B 2018 /19, ben 13 volte. Un dato davvero curioso se si pensa che il Benevento è la compagine che effettua meno cambi, 69 dopo 27 giornate. Quanto ai... recorso, ecco che il Benevento ha calciato ben 7 rigori nella Lega B 2018/19, primato condiviso con Perugia e Pescara. I sanniti hanno subito un solo penalty, meno di tutti, a pari merito con la Salernitana. Dell'incontro non saranno gli squalificati Montalto (Cremonese), Maggio e Volta (Benevento).

Questi, invece, i 24 calciatori convocati, al termine della seduta di rifinitura di sabato 9 marzo, dal tecnico Cristian Bucchi per la gara di domenica 10 marzo, alle ore 15:00, presso lo stadio "G. Zini”:

PORTIERI: 12 Montipò, 22 Gori, 32 Zagari

DIFENSORI: 18 Gyamfi, 3 Letizia, 5 Antei, 15 Costa, 13 Tuia, 35 Caldirola, 7 Di Chiara

CENTROCAMPISTI: 25 Bandinelli, 4 Del Pinto, 8 Tello, 10 Viola, 36 Vokic, 34 Crisetig, 21 Goddard

ATTACCANTI: 9 Coda, 16 Improta, 19 R. Insigne, 17 Buonaiuto, 27 F. Ricci, 33 Armenteros, 29 Asencio.

Infine, ecco l'elenco dei grigiorossi di casa convocati dal tecnico Massimo Rastelli per affrontare appunto la gara della 28a giornata del campionato Serie Bkt:

Agazzi (16), Arini (4), Boultam (34), Caracciolo (23), Carretta (30), Castagnetti (18), Claiton Dos Santos (3), Croce (11), Del Fabro (24), Emmers (27), Mbaye (42), Migliore (17), Mogos (14), Piccolo (7), Ravaglia (1), Renzetti (33), Rondanini (2), Soddimo (15), Strefezza (21), Strizzolo (9), Terranova (26), Volpe (12). I calciatori non convocati sono: Castrovilli (rottura menisco esterno), Longo (sublussazione all’anca), Montalto (squalificato), Radunovic (lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio destro).