La domenica di 'Tafazzi': sport, polveri e carri attrezzi. Come farsi del male parcheggiando dinanzi casa

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

Una domenica 'ecologica', metà per sport (il Duathlon), metà nelle polveri (sottili) ed una mattinata, almeno, di intenso lavoro. In particolare per una 'stesa' di carri attrezzi, esecutori materiali di ordini ricevuti da altri esecutori materiali con paletta e fischietto e zelo da straordinari pagati. Fra rimozioni coatte, multe, piccoli ingorghi, abitanti ingabbiati dai nastri stesi fra una transenna a l'altra, vetture contromano in vicoli e traverse che non t'aspetti, nella messianica attesa di un pezzo dei due previsti (quello ciclistico), si è consumata l'ennesima, ordinaria prova di dis-amministrazione cittadina.

Si prenda ad esempio giusto un dato, un piccolo dato: le autovetture prese di peso e portate via, mezzi di locomozione dei residenti soprattutto. Ben prima delle proteste che di certo arriveranno all'indirizzo di palazzo Mosti, converrà che l'istituzione provi dapprima a sciogliere un dubbio: ma le persone che hanno avuto la sventura del vedersi ritirata l'auto dinanzi al portone di casa o nei pressi, perché ci fosse spazio a sufficienza per le due ruote in gara (a proposito: solidarietà ai cicloamatori per lo stato delle strade percorse...), la sera precedente la disputa di tale manifestazione su circuito cittadino hanno inteso, tutte, dare sfogo al loro istinto masochistico, parcheggiando lì dove dalle 7 del mattino successivo sarebbe stato vietato parcheggiare, oppure l'opera di informazione condotta e/o l'apposizione della cartellonistica che avvertiva dei divieti è avvenuta in maniera carente o senza un opportuno tempo di preavviso?

Non si può non essere consapevoli del fatto che ci siano schiere di maleducati (fanno fede alcuni aspetti del decoro urbano, in certi casi) o comunque cittadini poco rispettosi o insofferenti alle regole, ma da qui a sentirsi orgogliosi 'Tafazzi', sborsando un centinaio di euro ed oltre per una multa ed accollandosi fastidio ed effetti collaterali del recupero dell'auto presso le varie officine, beh... la distanza è notevole.

Insomma, farsi la domanda e darsi la risposta è gioco da ragazzi

***

Avvertenze per i dietrologi di professione in caso di lettura: queste poche righe sono "multa-free" (l'estensore non ha ricevuto danno alcuno tale da motivare un risentimento scritto).