Il Benevento non riesce mai a tirare in porta, la Cremonese una sola volta al 94° e vince: 1-0

- Sport IlVaglio.it
Cristian Bucchi
Cristian Bucchi

La squadra di Cristian Bucchi peggio di quanto ha fatto vedere a Cremona difficilmente potrà riuscire a fare. Contro una compagine che non segnava da 5 gare, timorosa per essere stata, intanto, risucchiata nella zona retrocessione della classifica, il Benevento non è riuscito una e una sola sola volta a calciare in porta! I grigiorossi di mister Rastelli sono stati allo stesso, infimo, livello, ma almeno sono riusciti a tirare fuori la forza della disperazione nel finale. Pur rimasti in 10 e pur avendo scampato, pochi secondi prima, su un corner il gol dal giallorosso Ricci che di testa ha sprecato fuori, si sono riversati in più in area beneventana e su una corta respinta di Montipò, alla sua prima parata, di un tiro di Castagnetti, hanno sferrato il colpo vincente coll subentrato Emmers, un belga, alla sua prima rete in Serie B. Agazzi invece - ripetiamo perché è clamososo! - nulla ha dovuto parare: il Benevento davvero ha toccato il fondo.

Complessivamente, una partitaccia. Nessuno schema di gioco, squadre impegnate solo a distruggere il gioco avversario e a calciare la palla in avanti sperando nella buona sorte. Quando ciò riusciva! Perché spesso abbiamo assistito a rinvii alla "evviva il parroco", a pasaggi sbagliati, tristemente finiti in fallo laterale: una pena.

Bucchi ha messo in campo ancora una volta una squadra bislacca, con la doppia presenza a centrocampo di Viola e Crisetig non esattamente due schegge e peraltro oggi nemmeno ispirati e precisi. L'altro collega di reparto, Tello, è stato almeno più moble e reattivo, ma non si è distinto di più. Il trio difensivo, poco impegnato, è stato chiamato anche a fare gioco, ma il tutto si è ridotto a lunghi passsaggi quasi tutti sbagliati. Pessima anche la gara dei due esterni Improta e Letizia e, se possibile, ancora più negativa quella di Coda, Insigne e del subentrato Ricci. Per una ventina di minuti si è finalmente visto in campo Vokic, tesserato a gennaio. Ha fatto vedere di aver un bel tocco di palla, nulla di più.

Il non gioco di Bucchi, cifra caratteristica di questa stagione di Benevento, è tornato in tutta la sua bruttezza e a questa grave mancanza si sono - logicamente - accompagnate le due sconfitte, brutta quella a Livorno lunedì, bruttissima l'odierna a Cremona. La bella e produttiva gara vincente contro il Pescara, evidentemente, è stata solo una rondine che non ha fatto primavera.

A una squadra che (non) gioca così, in un'altra fase del campionato, si imponeva una seria ridiscussione dell'allenatore, ma ora è troppo tardi e c'è da sperare solo in un 'serrate le fila'. Si profondanpo orgoglio e grinta allora per compensare le carenze tecniche, se non dei singoli, dell'intero complesso. Se torrneranno questi elementi, con un bel pò di fortuna, si potrà continuare almeno a sperare nei play off, perché se il Benevento stenta tanto, non è che le altre concorrenti brillino chissà quanto...

La cronaca
7° - Prrimo tiro in porta della gara di Arini, di molto a lato della porta.
18° - Primo tiro in porta del Benevento con Improta, servito al limite da una percussione di Letizia: si perde fuori.
20° - Batti e ribatti, palla casuale e Coda che dal limite tira male e fuori.
27° - Dalla propria metà campo Caracciolo serve Piccolo che entra in area e tira sull'esterno della rete.
30° - Primo corner per il Benevento, senza esiti rilevanti.
33° - Punizione per i sanniti nei pressi della bandierina, calcia Viola, pessimo rinvio di testa di Terranova, vari tocchi, con assist finale di Di Chiara per Antei che non riesce a colpire per insaccare, i lombardi si salvano con Arini.
42° - Topica di Antei che lascia scorrere un pallone poi conquistato da Strizzolo, la punta serve un bel pallone in area per Arini che però spreca tirando alto.
64° - Primo corner per la Cremonese.
88° - Moros di testa sbaglia e serve Coda solo in area, l'attaccante spreca con un tiraccio alto.
89° - Carretta protesta per una trattenuta di Di Chiara ultimo uomo al limite, per l'arbitro tutto regolare.
90° - Strefezza libera Carretta in area, tiro fuori.
91° - Espuslo Strefezza per proteste: Cremonese in 10.
93° - Corner di Letizia, colpo di testa di Ricci da ottima posizione, palla fuori.
94° - Parte in percussione la Cremonese con Renzetti, tira Castagnetti, para Montipò tapin di Emmers: 1-0.

Tabellino
Cremonese - Agazzi; Caracciolo, Terranova, Claiton; Mogos, Arini, Castagnetti, Soddimo (Emmers, 64°), Renzetti; Piccolo (Strefezza, 57°), Strizzolo (Carretta, 80°). A disposizione: Ravaglia, Volpe, Migliore, Del Fabro, Rondanini, Croce, Mbaye, Boultam. Allenatore: Massimo Rastelli.
Benevento - Montipò; Antei, Caldirola, Di Chiara; Letizia, Tello, Viola (Vokic, 70°), Crisetig (Asencio, 93°), Improta; Insigne (Ricci 57°), Coda. A disposizione: Gori, Zagari, Del Pinto, Tuia, Buonaiuto, Gyamfi, Goddard, Bandinelli, Armenteros. Allenatore: Cristian Bucchi.
Arbitro: Francesco Fourneau di Roma 1.
Ammoniti: Arini, Soddimo, Renzetti, Caracciolo, Crisetig,
Espulso: Strefezza.