Il Benevento si riscatta con una bella e intensa gara. Domina a Perugia e vince: 2-4

- Sport IlVaglio.it
Nicolas Viola
Nicolas Viola

Per un’ora il Benevento calcio la fa da padrone in quel di Perugia e così fa sua la gara, portandosi sul 2-4. Poi rallenta e lascia troppe palle gol agli umbri che però non le sfruttano. Vittoria comunque giusta quindi e meritata. Frutto di una gara finalmente giocata bene, con ardore e buone iniziative dei singoli e di reparti vicini e compatti, soprattutto con tanto carattere. La squadra infatti ha saputo riacciuffare una gara, iniziata bene con un rigore trasformato da Viola al 7°, ma poi complicatasi per un doppio blackout difensivo, in 4 minuti, in occasione dei due gol del Grifone.

I sanniti non si sono scoraggiati e così dopo 5 minuti erano già sul 2-2, grazie a Caldirola salito in attacco per un calcio di punizione, magistralmente calciato da Viola. I beneventani hanno continuato ad avere le redini della gara, di fronte agli evanescenti umbri e così grazie a un pregevole scambio tra Ricci e Coda sono passati in vantaggio al 44°, col centravanti che ha segnato un gol bellissimo (e c’è pure qualcuno a Benevento che, dopo questo campionato disputato a suon di decisivi gol, lo contesta…). La musica non è cambiata nella ripresa, almeno fino al gol del 2-4, un altro ineccepibile rigore, calciato con sapienza da Viola.

Nell’ultima mezzora le cose son un po’ cambiate: un po’ l’aver messo al sicuro il risultato, un po’ la stanchezza (per le tre gare disputate in 8 giorni), un po’ la reazione garibaldina dei rossi perugini che non avevano più nulla da perdere hanno consentito ai padroni di casa di aver un bel po’ di occasione per riaprire la gara, ma non le hanno sapute concretizzare. Anzi alla fine dell’incomprensibilmente lungo recupero è stato il Benevento a vedersi respingere dalla traversa il gol del 2-5, scagliato da Buonaiuto.
***
Ora che ha mostrato anche il gioco il Benevento può tornare a fare sperare i suoi tifosi, senza fare voli pindarici: il Perugia davvero è apparsa compagine modesta. Resta comunque la striscia significativa di 7 punti in tre gare, due in trasferta. Il migliore viatico – dopo la fase no – per affrontare le future, molto impegnative, gare, a cominciare dalla prossima in casa contro il Palermo. A Perugia tutti ben oltre la sufficienza i giocatori in campo e per ciò da applaudire, ma una menzione speciale non può essere negata a Viola, Improta e Coda oggi davvero super.

La cronaca
7° - Coda cerca di liberarsi di Sgarbi che ferma la palla con la mano. Rigore netto: Viola trasforma, 0-1.
9° - Verre da fuori area fa partire un forte tiro, Montipò si tuffa e respinge ma frontalmente, sul pallone il primo ad arrivare è Han che segna: 1-1.
13° – Corner del Perugia, colpo di tacco di Han che passa a Sadik solo davanti all’area del portiere, facile il gol del 2-1.
18° - Calcio di punizione batte Viola, Sadik non respinge bene, palla a Caldirola, vicino all’area del portiere, che insacca sotto misura: 2-2.
44° - Ripartenza Benevento, palla a Coda che controlla bene e serve Ricci che ricambia la cortesia, splendido controllo e rapido bel tiro che si insacca nell’angolo: 2-3.
48° - Viola lancia Armenteros che entra in area ma viene rimontato e l’azione sfuma.
55° - Improta ne scarta tre e tira palla deviata in angolo.
63° - Bell’azione di Coda che tira , Gabriel para in corner.
64° - Han tira al limite, palla di poco fuori.
66° - Sadik si invola in campo aperto e resiste alle cariche di Caldirola prima e Improta poi, ma quando sta per segnare viene anticipato dal compagno di squadra, Verre, in fuori gioco.
73° - Gyomber stende Buonaiuto in area, calcio di rigore solare, Viola trasforma ancora: 2-4.
79° - Sadik si libera bene in area ma poi manca il gol.
81° - Perugia ancora pericolosissimo, ma in extremis salva Antei.
83° - Vido si libera di Maggio entra in area ma, solo davanti a Montipò tira fuori, potendo passare a dei compagni meglio posizionati.
84° - Bel cross di Vido per poco Sadik non arriva a ribadire in rete.
91° - Ancora Vido pericoloso con un cross rasoterra tocca Dragomir, ma non Sadik a pochi metri dalla porta.
95° - Coda mette solo Buonaiuto davanti a Gabriel, ma il tiro si stampa sulla traversa.

Il tabellino

Perugia: Gabriel, El Yamiq (54’ Falasco), Verre, Mazzocchi, Sgarbi, Carraro (67’ Bianco), Sadiq, Dragomir, Falzerano (74' Vido), Han, Gyomber. A disposizione: Bizzarri, Perilli, Rosi, Melchiorri, Kingsley, Bordin, Cremonesi, Moscati, Kouan. Allenatore: Alessandro Nesta.

Benevento: Montipò, Del Pinto (78’ Tello), Antei, Coda, Viola, Maggio, Improta, Bandinelli, Ricci (85’ Volta), Armenteros (67’ Buonaiuto), Caldirola. A disposizione: Gori, Di Chiara, Tello, Tuia, Costa, Gyamfi, Insigne, Asencio, Crisetig, Vokic. Allenatore: Cristian Bucchi.

Arbitro: Signor Federico Dionisi dell'Aquila

Ammoniti: Gyomber, Del Pinto, Antei, Maggio, Improta.