L'allerta meteo del sindaco di Benevento prima e dopo il voto alle europee

- Opinioni IlVaglio.it
Clemente Mastella
Clemente Mastella

Quando un sindaco parla, nel caso: scrive sul suo profilo social, merita sempre la massima attenzione. Così nella piovosa domenica elettorale, un breve ma significativo post del primo cittadino nel primo pomeriggio ha svelato il Mastella attento ai bollettini della Protezione civile: “Domani (lunedì 27 maggio, Ndr) Allerta gialla. Ho attivato un presidio di intesa con la protezione civile. Con una squadra pronta alla occorrenza. Peraltro le scuole di mia pertinenza sede di seggio elettorale restano chiuse. Intanto monitoriamo la situazione”.

Il solito screanzato è indotto ad avvertire un tocco di leggerezza, un sommesso sospiro di sollievo nel passaggio sulle scuole di pertinenza chiuse (...viva le elezioni). E' infatti risaputo quanto siano diffusi i guasti al patrimonio dell'edilizia scolastica (su tutto il territorio nazionale, invero) e quanto le loro conseguenze comportino responsabilità non indifferenti in capo ai sindaci: dunque, ben venga il livello d'attenzione spinto in alto.
Lanciato un tale avvertimento nel giorno del Signore, quando nel corso del lunedì s'è avuta contezza della 'proroga' dell'allerta gialla da parte della Protezione Civile campana fino alle ore 16 di martedì 28 maggio, peraltro stavolta con le scuole di pertinenza sede di seggio riaperte, ci si aspettava venisse riproposto l'invito alla prevenzione ed alla prudenza.

Invece, quel post d'interesse pubblico è rimasto orfano di un doveroso seguito. Eppure, non sono mutate le condizioni che ne hanno generato il testo. Forse l'allerta meteo (verde-Lega) nella politica, locale e nazionale, visto quel po' po' di risultati di europee e amministrative, ha avuto la meglio...