Solita musica dal governo del 'cambianiente': le nomine gialloverdi in continuità con le vecchie

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
Il leghista presidente del Conservatorio di Benevento Verga con le compagne di partito Castiello e Vuolo
Il leghista presidente del Conservatorio di Benevento Verga con le compagne di partito Castiello e Vuolo

Fra stupore, ilarità, indignazione, rassegnazione... Tanti, e diversi, i moti dell'animo del lettore di un recente (7 giugno) articolo pubblicato sul quotidiano 'Repubblica', centrato sulla nomina - di matrice gialloverde del Ministero per l’Istruzione (Miur) reatto dal ministro Bussetti (docente di educazione fisica) del presidente del Conservatorio di Palermo. La scelta essendo caduta su un medico geriatra (“un incarico decisamente lontano dalla sua area professionale”), il cui curriculum - privo in via diretta di agganci con un qualsivoglia pentagramma - egli stesso ha impreziosito citando la passione di congiunti per il mondo delle note.

In realtà, e fuor di celia, si porta così a conoscenza dell'opinione pubblica, qualora si avvertisse il bisogno di ulteriori certezze, che il cosiddetto Governo del Cambiamento in realtà altro non è che un normalissimo Governo del “cambianiente”. In cui le nomine seguono il medesimo iter di sempre, servano a individuare il presidente dell'assemblea condominiale o il primo ministro. Politica e appartenenza, allora.

E comunque non c'era bisogno di scomodare quest'esempio isolano perché, restando addirittura nel medesimo campo, gli elettori sanniti ne apprezzassero il valore educativo. E' accaduto di recente (aprile 2019) anche a Benevento che ci sia stato un avvicendarsi sulla poltrona di presidente al Conservatorio “Nicola Sala”: a Caterina Meglio è subentrato Antonio Verga, anche qui nomina con decreto ministeriale, seguita da giubilo istituzionale e profluvio di auguri, nonché – da parte del diretto interessato - di “un pensiero di affetto a Claudio Mosè Principe, con il quale tante esperienze abbiamo condiviso”.

Nel solco della Meglio, laureata in Giurisprudenza e presidente del Conservatorio dal marzo 2013, già consigliere comunale a Cerreto Sannita, eletta all'assemblea nazionale del Pd con “Benevento con Renzi” e tra le promotrici di 'Big Bang Sannio' (15 aprile 2013: “Questa è una bella mattinata, che ci conferma che avevamo visto giusto. Matteo Renzi ha capito i messaggi che provenivano dagli elettori ed è riuscito a mettere insieme tante persone”), Antonio Verga approda al “Nicola Sala” forte della laurea in Scienze geologiche e della professione di docente di scienze matematiche, chimiche, fisiche e naturali. E con un background di militanze vario. Lo si ricorda in esperienze civiche come la presidenza di 'Cittadinincomune per Benevento' fino a quella della 'Pro Loco Centro Storico Città di Benevento', dove vieppiù palesa la sua inclinazione per il turismo che data almeno dalla candidatura alle amministrative cittadine del 2011 a sostegno del candidato sindaco Tibaldi con la formazione (di cui non si ha più traccia) del PID, Popolari di Italia Domani: “Se i cittadini ci sosterranno con il loro consenso Benevento non sarà più la Cenerentola ma la capitale del Sud. Con il progetto del Pid 'BeneSannio' porteremo a Benevento un milione di turisti all’anno”. Progetto ambizioso, forse un po' disatteso negli anni...

L'abbraccio di un tempo a Buttiglione col CDU sfocia, nell'attualità, nel ruolo post-nomina di 'talismano' per le elezioni europee, per le quali si spende e ringrazia (Gazzetta di Benevento): “A porgere il benvenuto (alla neoparlamentare europea Lucia Vuolo, Ndr) come nei precedenti incontri tenuti nel Sannio dalla neo parlamentare, è stato Antonio Verga (che) ha ringraziato ...la sottosegretaria, Pina Castiello, che, per lo straordinario risultato ottenuto in Campania, si conferma come la nuova leader politica in Campania. Un ultimo ringraziamento, prima di passare la parola alla neo eletta, Verga lo ha voluto riservare a quello che ha definito il preparatore del gruppo che ha sostenuto Vuolo, Claudio Mosè Principe, per aver fatto correre in lungo ed in largo per l'intero Sannio tutti gli elettori della Lega per Lucia Vuolo”.

Palermo oggi come Benevento ieri, per un racconto della realtà che esplora i suoi confini, nel più colpevole ed opportunistico dei silenzi delle "classi politiche e dirigenti".
***
Piccola curiosità, per concludere. C'è un punto di contatto fra le esperienze professionali della past-president e dell'attuale presidente del Conservatorio: entrambi, Meglio e Verga, in un certo periodo della loro carriera sono stati membri del Consiglio di amministrazione del Consdabi. In tutta evidenza, quindi, il Consorzio di sperimentazione, divulgazione e applicazioni di biotecniche innovative con sede a Casaldianni in Circello si è rivelato fucina di musicofili...