Nel Sannio non ci sarà alcuna crisi dei rifiuti non raccolti: Iacovella rassicurante

- Ambiente Sanità IlVaglio.it
Pasquale Iacovella
Pasquale Iacovella

Brevissimo promemoria di agosto. Si parte dalla Legge regionale 26 maggio 2016 (attenzione: 2016), n. 14 - “Norme di attuazione della disciplina europea e nazionale in materia di rifiuti” -, s'aggiungono strada facendo, delibere di Giunta regionale e Piano di gestione dei rifiuti urbani. Si arriva, da queste parti, all'ATO-rifiuti Benevento, ovvero all'applicazione rivoluzionaria, per territorio, del riordino del ciclo dei rifiuti.

E' bene che si sappia, semplicemente riannodando alcuni fili, che tutte le nomine politiche sono state fatte: c'è un consiglio di amministrazione da settembre dello scorso anno (2018) e si chiama Iacovella il suo presidente; in questi giorni, dopo il gran rifiuto di un dirigente comunale, c'è pure l'indispensabile direttore generale (Romito, già tecnico plenipotenziario all'Asia SPA).

Si subodorano conseguenti necessità (“Il passo successivo – spiega Iacovella a Ottopagine – sarà il bando per la nomina del collegio dei Revisori dei conti”), ma non aspetti operativi per ora (come da sempre, finora).

Ciò non toglie che la politica comunque volga il suo sguardo al popolo e imprima il suo sigillo sulla eventuale forza-lavoro che dovrà ingrassare le macchine ferme ed arrugginite: primo sul traguardo il M5S sannita, con la consigliera comunale beneventana Mollica (“L'Ato trovi una soluzione per i lavoratori dei consorzi di bacino”). Ne verranno altri, le crisi occupazionali muovono aspettative e voti.

E' bene, però e infine, che si conosca anche lo stato dell'arte, al netto delle recenti vicende infuocate (un altro incendio) che hanno nuovamente interessato lo Stir: “Si comincia dal nulla, non abbiamo nemmeno una sede”, così il neo dirigente Romito, sempre a Ottopagine. Un pieno di operatività, insomma: come da tre anni a questa parte, si parla del nulla ancora oggi.
*
Attenzione al roseo futuro prossimo, intanto. Con ottimismo preventivo smorza tutte le possibili lamentazioni di periodo il presidente Iacovella (su Anteprima24) che “ha voluto rassicurare sul fatto che non vi sarà alcuna emergenza rifiuti nel Sannio in quanto il territorio è preparato per tale scadenza”. E' la figura più rappresentativa del settore, il suo assunto spazza via tutte le ipotesi di crisi che, dunque, tirate fuori all'occorrenza, avranno il classico sapore strumentale.