Vigilia di Pisa–Benevento: umiltà contro consapevolezza ed è già un bel test. E per l'Open Day della B anche lo spettacolo prepartita

- Sport IlVaglio.it
Asencio, l'ex di turno
Asencio, l'ex di turno

C'è entusiasmo, a Pisa. L'Arena Garibaldi, dove qualche giorno fa in un tripudio di tifosi nerazzurri si è tenuta la presentazione ufficiale della squadra, sarà infatti lo sfondo, prevedibilmente affollato, dell'apertura del campionato di serie B: al cospetto delle telecamere di RaiSport, la notturna (23 agosto, ore 21) saluterà il ritorno dei toscani fra i cadetti dopo due anni. L'ultima volta, scrive la Lega sul suo social, l'esordio fu fortunato: 1/0 al Novara.

Di fronte c'è il Benevento, arresosi solo al penultimo ostacolo del play/off nel passato torneo, in cui debuttò in casa coronando una rocambolesca rimonta con il Lecce (3/3) - poi salito in A. I neopromossi toscani diretti dalla panchina da Luca D'Angelo hanno innervato la rosa con gli arrivi di Aya (Catania), Belli (Virtus Entella), Siega (Cittadella), Quaini (Genoa), Pinato (Sassuolo), Marin (Sassuolo), Giani (Sassuolo), Asencio (Genoa), Perilli (Pordenone): tra essi, per mere ragioni di... cuore, spicca l'ex giallorosso Asencio, atleta per vari motivi inespresso nel Sannio.

Mettendo di fronte la neopromossa e una delle compagini più accreditate per rosa e tecnica, il calendario si fa portavoce sin dalla prima giornata degli obiettivi cui aspirano: il “puntiamo alla salvezza” del tecnico di casa è un obbligo (e sottotraccia emerge il desiderio di ben figurare da subito: "Affronteremo giocatori importanti e dovremo avere la massima attenzione ai particolari perchè salendo di categoria il margine di errore diminuisce - ha detto il tecnico pisano nella conferenza stampa pre/gara, e "proveremo comunque a fare la partita e a vincere perchè queste sono le nostre caratteristiche"), così come la fiducia spesa da mister Inzaghi (“Arriviamo a questa partita al massimo della condizione” - da Ottopagine), nella considerazione che “la serie B è un campionato duro, tutti si nascondono ma ci sono tante squadre forti che sono al nostro livello” (che dunque è un livello alto, tale da permettere nuovamente di sognare il salto di categoria).
Ecco, dunque, il sale dell'incontro: umiltà contro consapevolezza, ed è già un bel test.

La gara è stata affidata al sig. Francesco FOURNEAU di Roma. Il direttore di gara laziale sarà coadiuvato dagli assistenti sigg. Christian ROSSI di La Spezia e Vito MASTRODONATO di Molfetta. Quarto Ufficiale il sig. Giovanni AYROLDI di Molfetta.

Questo, infine, diramato al termine della seduta di rifinitura dal tecnico Filippo Inzaghi, l’elenco dei 23 calciatori giallorossi convocati:

PORTIERI: Montipò, Manfredini, Gori;


DIFENSORI: Rillo, Letizia, Gyamfi, Maggio, Caldirola, Antei, Volta;


CENTROCAMPISTI: Tello, Del Pinto, Viola, Schiattarella, Kragl, Sanogo, Vokic, Improta, R. Insigne;


ATTACCANTI: Coda, Sau, Armenteros, Di Serio.

***

Inoltre, ricorda la Lega BKT in una nota stampa, la tradizione e la storia di Pisa saranno protagoniste all’Open Day del campionato. La partita inaugurale fra i toscani e il Benevento si caratterizza ancora una volta di significati e ideali promossi dalla Lega B, di valorizzazione del territorio, della cultura, e del legame con la propria gente e i propri tifosi. Nel pre partita infatti quaranta figuranti in rappresentanza dei Cortei del Gioco del Ponte e delle Repubbliche Marinare sfileranno allo Stadio comunale “Arena Garibaldi-Romeo Anconetani”. In programma anche l’esibizione di un gruppo di sbandieratori al centro del campo. Una splendida coreografia che si concluderà con la formazione di due ali per il trionfale ingresso in campo dei giocatori delle due squadre.

‘Il nostro è un Paese ricco di storie, di passato e di passione – ha detto il presidente della Lega B Mauro Balata -. A Pisa avremo tutto questo, con l’Arena Garibaldi Anconetani che simbolicamente rappresenterà al meglio lo spirito del Campionato degli italiani, fatto di particolarità, bellezze ed emozioni’.

Nel dettaglio, lo spettacolo inizierà 10 minuti prima della partita ed è stato reso possibile grazie alla collaborazione del Comune di Pisa e del Pisa Sporting Club 1909. Figuranti e sbandieratori avranno la scena del campo fino all’ingresso delle due formazioni,quando i rappresentanti del Gioco del Ponte realizzeranno due ali formando un corridoio di ingresso in campo alle squadre. Per il Corteo delle Repubbliche Marinare sfilerà il Gonfalone, 2 vogatori, 1 Sergente, 6 Fanti, 2 Dame, 1 Notabile, 2 Tamburini. Per il Gioco del Ponte, in rappresentanza della parte di Mezzogiorno e Tramontana sfileranno 6 combattenti, 6 portainsegne con bandiera, 1 Cavaliere, 2 cavalieri scorta.