Mezzo milione di euro per Città Spettacolo: la povertà del festival di Benevento non riguarda il suo finanziamento

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
La sede della Giunta Regionale della Campania a Napoli
La sede della Giunta Regionale della Campania a Napoli

Benevento Città Spettacolo non è, a suo modo, una manifestazione ‘povera’ come il piagnisteo di circostanza dei soliti noti sulla penuria di finanziamenti e disponibilità economica a monte delle ambizioni da ridurre vuole far credere: il progetto esecutivo del ‘panino’- farcito in larga parte dalla Giunta presieduta da Vincenzo De Luca - che quest’amministrazione mastelliana ha dimostrato d’apprezzare al punto da riproporlo nel 2019 per la seconda volta, ammonta infatti a 197.400+311.600 euro. Ovvero, ad un totale di 509.000 euro tondi tondi, una sommetta che non lascia indifferenti (cfr. determinazioni dirigenziali, di agosto, n. 58 e 59 del Settore Cultura di Palazzo Mosti, ad esempio).

Attenzione, non è sbagliato disgiungere le due cifre per quanto – come appena ricordato - esse attingano in larghissima parte a interventi diversi della Regione Campania attraverso la ‘madre’ P.O.C. 2014/2020 (i Programmi Operativi Complementari che hanno l'obiettivo di garantire il completamento di interventi avviati nel ciclo 2007-2013 e di avviare nuove azioni relative al periodo 2014-2020), e cioè:

  • a) importi da destinare ai capoluoghi di provincia al fine di ‘rafforzare il loro ruolo quali attrattori turistici in grado di valorizzare e promuovere l’offerta turistica territoriale’ (a Benevento vanno 150.000 euro);
  • b) ‘Teatro Comunale e azioni culturali di valorizzazione territoriale nel comune di Benevento’ per un importo di 250.000 euro.

E siano relativi, al traguardo dei programmi, a due 'differenti' manifestazioni:

  • a) la XL edizione di Benevento Città Spettacolo, alla quale sono stati destinati i 150.000 euro;
  • b) la II edizione di Città Spettacolo Teatro, alla quale sono stati destinati i 250.000 euro (per un totale 'devoluto' dalla Regione di 400.000 euro).

Gli importi dei due progetti esecutivi sono poi lievitati fino alla misura di cui sopra, così come approvati in Giunta Comunale di Benevento, il medesimo giorno (5 agosto):

  • a) il progetto artistico definitivo del quarantennale di Benevento Città Spettacolo dunque vale 197.400 euro e dovrebbe essere ‘lenito’ nell’eccesso rispetto ai 150.000 euro regionali disponibili dagli incassi da biglietteria (33.000 euro), da una sponsorizzazione (4.000 euro) e dal bilancio comunale (quello cui partecipano tutti i cittadini: 10.000 euro);
  • b) il progetto artistico definitivo della II edizione di Città Spettacolo Teatro, peraltro sottoposta anche ad una ulteriore ‘rimodulazione’ a cura del direttore artistico Renato Giordano è giunto quindi ad innalzarsi ai 311.600 euro citati, di cui 250.000 a valere sul finanziamento regionale e la differenza posta a rientro grazie a preventivati incassi da biglietteria (56.000 euro) e consueti fondi del bilancio comunale (5.600 euro, e valga la precedente considerazione).

Ecco, allora, per il lustro di circostanza, Benevento Città Spettacolo e Città Spettacolo Teatro, ‘panino’ appunto servito (il vero “Senso dell'essenza”) dal 25 al 31 agosto per la fase estiva - e certo oltre tale termine per la seconda manifestazione (con stagione invernale da elaborare, dunque, come un anno fa) -, ma tutto-in-uno adesso, anche perché dal programma di eventi scaricato dal sito ufficiale del Festival certi distinguo non si distinguono.
Ad esempio, oltre il battage pubblicitario prevedibile e il materiale informativo distribuito, è lo stesso sito ufficiale della 'doppia' manifestazione (www.cittaspettacolo.it) a ricordare, malizioso: “Alessandro Siani apre la XL edizione al Teatro Romano in Felicità Tour”. Ovvero presenta un evento di cartello, non a caso 'sold out', che però ... ricade nel cartellone della II edizione di Città Spettacolo Teatro – e che peraltro da solo incide sul budget complessivo dei 311.600 euro per il 15,8%, avendo costo onnicomprensivo di produzione di 49.500 euro, Iva compresa (determinazione dirigenziale del Settore Cultura di palazzo Mosti n. 63 del 9 agosto).