Oreste Florenzano è il nuovo direttore amministrativo dell'Azienda Ospedaliera S. Pio di Benevento

- Ambiente Sanità IlVaglio.it

Scrive l'ufficio stampa dell'Azienda Ospedlaiera S. Pio di Benevento: Diventa completa la squadra della Direzione Strategica dell’ A.O.R.N. “San Pio” di Benevento. Il Direttore Generale, Dott. Mario Nicola Vittorio Ferrante, ha proceduto oggi, con la delibera n. 506, alla nomina del nuovo Direttore Amministrativo nella persona del Dott. Oreste Florenzano. Il Dott. Florenzano, classe 1969, laureato in Giurisprudenza ed abilitato all’esercizio della professione forense, specializzato in Economia e Diritto dell’Amministrazione Pubblica, nonché in possesso di un prestigioso master di II livello in Economia e Management della Sanità, conseguito presso l’Università degli Studi di Roma – Tor Vergata, proviene dell’I.R.C.C.S. Fondazione “G. Pascale” di Napoli, nel quale ha ricoperto l’incarico di Direttore della U.O.C. Gestione Risorse Umane.

Iscritto nell’elenco nazionale dei Direttori Generali, nonché in quello regionale dei Direttori Amministrativi, il background professionale registra già un’apprezzata esperienza di Direttore Amministrativo presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria “Ruggi d’Aragona” di Salerno. In precedenza ha ricoperto, tra l’altro, i ruoli di Direttore della U.O.C. Controllo di Gestione e Sistemi Informativi presso l’I.R.C.C.S. Fondazione “Pascale” di Napoli e di Direttore della U.O.C. Risorse Umane presso l’A.O.U. Ruggi d’Aragona” di Salerno. Può vantare, inoltre, diverse docenze universitarie e numerose pubblicazione scientifiche ad elevato impact factor.

“Una professionalità di robusta preparazione professionale e di comprovata esperienza – sottolinea il Direttore Generale Ferrante – con la quale lavoreremo fin da subito per dare novello slancio all’Azienda Ospedaliera sannita. I principali obiettivi saranno quelli di elaborare un significativo piano di efficientamento, che, mentre favorisca il benessere organizzativo delle risorse coinvolte in tale processo, consenta di far incrementare il livello di produttività a supporto di un continuous improvement della qualità dell’assistenza sanitaria da erogare agli utenti”.