Undici scosse in quattro ore nel Sannio, magnitudo massima 3.9. Evacuati scuole e uffici

- Cronaca IlVaglio.it

AGGIORNAMENTO DELLE 15.25 - E' salito a 11 il numero delle scosse registrate stamane dalle 9.06 alle 13.17, 10 con epicentro San Leucio del Sannio e una con epicentro Ceppaloni. Dopo quella, la più forte, delle 11.36 di cui qui abbiamo già dato conto, ce ne sono state altre tre più lievi. La prima di queste tre, epicentro Ceppaloni, alle 11.45 profondità 12 km magnitudo 2.1; quindi le altre due con epicentro S. Leucio, alle 12.05 magnitudo 2.1 profondità 10 km e l'ultima scossa registrata di questo sciame alle 13.17 magnitudo 2.6 profondità 11 km.

AGGIORNAMENTO DELLE 11.45 - Sale di intensità lo sciame sismico
in atto in provincia di Benevento dalle ore 9.06. Alle ore 11.36 i sismografi hanno registrato una scossa di magnitudo 3.9, profondità 10 km, ancora con epicentro San Leucio del Sannio. La scossa è stata preceduta da latre due di minore intensità, preciamente alle ore 10.30 magnitudo 2.3 e alle ore 10.52, magnitudo 2.1.
AGGIORNAMENTO delle ore 10
- Altre tre scosse, sempre con lo stesso epicentro, sono state riportate dai sismografi dell'INGV. Precisamente alle ore 9.52.48 magnitudo 2.4 (profondità 9 km), poi la seconda alle ore 9.52.59 magnitudo 3.0 (profondità 11 km) e la terza alle ore 9.53.59 magnitudo 3.4 (profondità 13 km).
***
La terra torna di nuovo a tremare in provincia di Benevento, dopo quanto già accaduto lo scorso 25 novembre. Stavolta si è trattato di due scosse con identico epicentro a S. Leucio del Sannio, come scrive l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia: la prima c’è stata alle 9.06 con magnitudo 3.4 (profondità 17 km). La seconda scossa alle 9.08 con magnitudo tra 3.2 (profondità 10 km).

L’altra volta, il 25 novembre, ci furono inizialmente tre scosse poco dopo la mezzanotte e gli epicentri furono S. Leucio del Sannio e Ceppaloni e la magnitudo più alta inizialmente fu 2.9. Poi si ebbe la più forte, in mattinata, alle 11.29 con magnitudo 3.2.

Oggi dunque la magnitudo si è dimostrata è in aumento. La scossa odierna è stata avvertita dalla popolazione e alcuni uffici e scuole sono stati evacuati e poi chiusi, tranne quelli eventualmente necessari per un'emergenza. Annunciata la riunione del'apposito Centro comunale (COC) a Benevento.

Il Rettore dell'Università del Sannio Gerardo Canfora ha comunicato che a seguito degli eventi sismici della giornata odierna, lunedì 16 dicembre 2019, sono sospese in via precauzionale tutte le attività didattiche e amministrative dell'Università del Sannio. Avviate le necessarie verifiche tecniche sugli edifici dell'ateneo, seguiranno aggiornamenti nelle prossime ore.

Il Presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, tenuto conto dei fenomeni tellurici di stamani 16 dicembre 2019 che dalle ore 9.06 hanno interessato e stanno ancora interessando Benevento e i Comuni vicini, anche in considerazione delle disposizioni impartite dalle altre Istituzioni cittadine e provinciali, ha ordinato in via precauzionale che, per la giornata del 16 dicembre 2019, restino chiusi gli Uffici della Provincia di Benevento. Nello stesso tempo, nell’Ordinanza, il Presidente Di Maria dispone che siano assicurati i servizi essenziali di reperibilità da parte degli Uffici competenti. Il Direttore Generale e il Segretario generale, d’intesa, assicureranno la presenza in servizio del personale necessario alla garanzia della erogazione dei suddetti servizi.