CMR, annullato il sit in di protesta di Fp Cgil e Uil Fpl

- Economia Lavoro - Comunicato stampa

Annullato il sit - in di protesta dei lavoratori del Centro Medico di Diagnostica e Riabilitazione di Sant’Agata de’ Goti, previsto nei dintorni della Prefettura per lunedì 16 gennaio, in quanto i segretari della Fp Cgil e di Uil Fpl, Pompeo Taddeo e Giovanni De Luca, hanno incontrato, nella giornata di mercoledì 11 gennaio, il presidente della sezione Fallimentare del Tribunale di Benevento Michele Monteleone.

"Abbiamo avuto il privilegio di essere ascoltati dal giudice Michele Monteleone, magistrato di grande levatura e saggezza. Il presidente, dopo aver ascoltato i lavoratori, ha espresso la sua solidarietà ai dipendenti, assicurando la massima vigilanza nell’erogazione mensile delle future spettanze, ad ogni rimessa periodica dell’Asl nelle Casse del Centro. Mentre, con le eventuali somme accantonate – spiegano i sindacalisti in una nota diffusa alla stampa - si provvederà ad approntare un piano di riduzione dei crediti maturati dai lavoratori subordinati. Se il piano di concordato preventivo dovesse essere ammesso prima e omologato poi, l’amministrazione avrebbe circa un anno di tempo per armonizzare i costi aziendali. In caso di fallimento, invece, il numero uno della sezione Fallimentare ha garantito un governo del Centro di Riabilitazione Diagnostico volto alla tutela e alla salvaguardia del salario e dei livelli occupazionali a vantaggio, soprattutto, degli alti standard qualitativi dei servizi sanitari erogati alla collettività per un arco temporale di due anni. Dopo lunghi mesi di lotte sindacali – concludono Taddeo e De Luca – siamo riusciti ad ottenere, finalmente, delle risposte rassicuranti sull’annosa questione lavorativa dei dipendenti del Cmr. La Fp Cgil e la Uil Fpl continueranno, comunque, a garantire il loro incessante impegno per tutelare il diritto alla salute dei pazienti del Centro e la messa in sicurezza di tutto il personale dipendente”.