“Città di Airola”, tutti i premi per Musica da Camera, Archi e Fiati

- Cultura Spettacolo - Comunicato stampa

Proseguono le esibizioni al Teatro Comunale di Airola per la decima edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, ideato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Accademia Musicale “Mille e una Nota” con la prestigiosa partnership del Teatro di San Carlo di Napoli e il patrocinio del Comune di Airola.

Venerdì 25 maggio è stata la volta dei musicisti in gara per le sezioni Musica da Camera, Archi e Fiati, guidati da una Commissione presieduta dal M° Giuseppe Devastato, pianista e compositore che svolge attività concertistica in tutto il mondo, e formata dal M° Pawel Radziński, docente ordinario di violino presso l’Accademia di Bydgoszcz, dal M° Andrea Noferini, violoncellista, direttore d’orchestra e già direttore del Conservatorio “G.B. Martini”, dal M° Francesco Belli, clarinettista e docente presso il Conservatorio di Latina, dal M° Alberto Maria Ruta, docente di Violino e Musica da Camera presso la Accademia Europea di Musica e Arti dello Spettacolo (AEMAS), e, per i Fiati, dal M° Sisto Lino D’Onofrio, primo clarinetto nell’Orchestra del Teatro di San Carlo e già docente nei Conservatori di Avellino, Benevento e Salerno, mentre, per l’Arpa, dal M° Sara Simari, docente di Arpa presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari e ospite regolare in diversi Festival internazionali.

Il primo turno di esibizioni è toccato agli Archi.

Nella categoria A, si segnala la performance della tredicenne violinista polacca Maya Cheblicka, che ha eseguito Souvenir de Moscow di Henryk Wieniawski, ottenendo un primo premio con votazione di 98/100. Stessa valutazione per l’undicenne violinista casertano Luigi Racioppoli, per l’esecuzione di Sonata n. 12 in Mi minore di Niccolò Paganini e Mazurka (Obertass) Op. 19 n. 1 di Wieniawski. Secondi premi per l’undicenne sannita Laura Falzarano (90).

Domina la categoria B un altro talento polacco, il violinista quindicenne Daniel Dziatkowiak (primo premio con 100), con un brano dal Faust di Charles Gounod, l’Op. 20 di Wieniawski e Capriccio n. 24 in A minor di Paganini. Stessa storia nella categoria C, dove la ventenne violinista Anna Maria Kreplewska ha ottenuto un primo premio (98), suonando un brano da Porgy and Bess di George Gershwin e Op. 19 di Igor Frolov.

Nella categoria D, exploit del ventitreenne violinista foggiano Rocco Roggia, primo premio (98) per l’ottima esecuzione di Recitativo und Scherzo di Fritz Kreisler e A Paganini di Alfred Schnittke.

Le esibizioni degli Archi si sono concluse nel modo migliore con primo premio assoluto (100) e borsa di studio attribuiti, per la categoria E (la più competitiva), al ventitreenne violinista polacco Michael Nowak, che ha suonato magistralmente Theme original varié, Op.15 di Wieniawski e Capriccio n. 24 di Paganini. Da segnalare, nella stessa categoria, il primo premio (95) alla violinista casertana Flavia Fazzi, in gara con Polonaise brillante di Wieniawski e Concerto di Aram Khachaturian.

Nel pomeriggio il palco del Comunale è stato occupato dalla sezione Fiati. Nella categoria, primo premio per il flautista Francesco Racioppoli (95), che ha eseguito Carnival of Venice di Paul-Agricole Génin, Minuet di Georg Philipp Telemann e Gavotte di Johann Sebastian Bach.

Nella categoria C la diciassettenne sassofonista napoletana Ileana Termini surclassa i competitor grazie ad un’apprezzata esecuzione di Concertino da camera di Jacques Ibert (primo premio, 95).

Un altro talentino napoletano, Chiara Maria Beatrice Cannavale (classe 2004), domina la categoria D, conquistando il primo premio (97) con l’esecuzione di Sonata Op. 29 di Robert Muczynski, Fantaisie Impromptu di André Jolivet e Improvisation et caprice di Eugène Bozza.

Infine, nella musica da camera, parla “spagnolo” la categoria D: l’esibizione del duo pianistico valenciano composto da Sandra Felis Grau e José Andres Mazarrota conquista primo premio assoluto (100) e borsa di studio grazie all’eccezionale esecuzione di Le Sacre du Printemps di Igor Stravinsky.

Sabato 26, si esibiranno i pianisti delle diverse categorie. Domani mattina, domenica 27, sarà la volta della categoria E (la più impegnativa) sempre della sezione Solisti - Pianoforte. Nel pomeriggio di domenica 27, si svolgeranno le qualificazioni del Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato”, la cui finale è prevista nella mattinata di lunedì 28. Nella serata del 28, infine, l’attesa serata finale con proclamazione dei vincitori assoluti.