Cmr, accordo per evitare i licenziamenti

- Economia Lavoro - Comunicato stampa

Scrivono i sindacati: "Con soddisfazione comunichiamo il raggiungimento del risultato che vede accolte le richieste di modifica avanzate dalle Organizzazioni Sindacali CGIL FP, CISL FP e UIL FPL, del piano di risanamento sottoposto alle parti sociali nello scorso incontro tenutosi il giorno 11/03/2019 da parte del Management del Centro Medico di Diagnostica e Riabilitazione S.P.A. di Sant’Agata de Goti che scongiura la procedura di licenziamento collettivo di tutti i dipendenti.

Bisogna essere concreti e costruttivi, dopo una serie di incontri in modo responsabile e ragionevole per il bene di tutti i dipendenti, nessuno escluso, abbiamo firmato un accordo che garantisce i livelli occupazionali e getta le basi, attraverso una costante e continua revisione già programmata, di ridurre i sacrifici inizialmente previsti evidenziano i sindacalisti Mario Walter Musto e Martino Antonio della CISL FP, Pompeo Taddeo e Basilio Amaranto della CGIL FP e Giovanni De Luca della UIL FPL che hanno posto un freno ai paventati licenziamenti. Noi abbiamo fatto la nostra parte, adesso la parola passa ai lavoratori che dovranno recepire e ratificare quanto messo nero su bianco dalle sigle confederali, CGIL FP, CISL FP e UIL FPL. Siamo certi che lo stesso ragionamento che abbiamo fatto come parte sociale venga fatto e pervada la maggioranza dei dipendenti poiché l’ azienda è stata chiara e decisa sulla questione e cioè che la mancata sottoscrizione espone tutti ad un salto nel buio, esporrebbe, così come prevede il concordato, al licenziamento circa 50 lavoratori.

Qualunque sia la scelta che faranno i lavoratori merita rispetto poiché la linea che verrà seguita dal CMR sarà quella che scaturirà dalla maggioranza + 1 di adesioni o meno da parte dei dipendenti. Siamo convinti che ciò che è stato fatto sia l’unica concreta possibilità per rilanciare l’azienda e salvaguardare i livelli occupazionali e l’ulteriore banco di prova nel caso dovesse essere accolto l’accordo sarà dato dalla verifica quadrimestrale dell’andamento al fine di verificare la corretta applicazione dell’accordo e l’efficacia degli interventi concordati. Come organizzazioni sindacali vigileremo negli interessi di tutti i lavoratori".