“Città di Airola”, il “Moscato” ex equo ai pianisti De Padova e Bukuchava

- Cultura Spettacolo - Comunicato stampa

Si chiuderà domenica 26 maggio l’undicesima edizione del Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, fondato e diretto dal M° Anna Izzo e organizzato dall’Accademia Mille e una Nota, in partnership con il Teatro di San Carlo di Napoli e con il patrocinio del Comune di Airola. L’appuntamento è per le ore 19.30 presso il Teatro Comunale della cittadina caudina (ingresso libero fino a esaurimento posti): gli spettatori potranno godere le esecuzioni dei migliori talenti di ciascuna delle sezioni del Concorso (dalle orchestre scolastiche al jazz alla musica leggera, passando per il canto lirico, la musica da camera, e, ovviamente, il pianoforte).

Va in archivio un’edizione record, con 2mila partecipanti che si sono contesi i 12mila euro in palio, arrivando da ogni parte d’Italia e del mondo. Ma i giochi non sono ancora conclusi: c’è grande attesa infatti per l’annuncio del vincitore assoluto che sarà proclamato in serata. Intanto - prosegue la nota diffusa alla stampa - emozioni eccezionali sono arrivati dai pianisti, che si sono contesi il Premio di Interpretazione “Francesco Moscato” e dai cantanti lirici in gara per aggiudicarsi l’ambito premio “Angelo Affinita”. Per il “Moscato” sono giunti in Valle Caudina alcuni dei talenti più cristallini del pianismo internazionale: Aidan Chan, Robin Stephenson (Inghilterra), Feodor Amirov, Eugenii Savalev (Russia), Eka Bukuchava (Svizzera), Giovanni Carraria Martinotti (Spagna), Giuseppe D’Aloia, Caterina Danese, Giulio De Padova, Greta Maria Lobefaro, Tobia Pizzirani, Michelangelo Salamone, Giuseppe Taccogna, Lavinia Carmela Taormina (Italia), Tedo Diakonidze, Ani Gigauri (Georgia), Olga Kalabynina, Denis Sharamko, Tetiana Shafran (Ucraina), Andra Maria Marginenu Gavrilescu (Romania), Merve Mersinligil (Belgio), Kiosuke Miyano, Shotaro Nishimura (Giappone), Zhang Ziqi (Cina). La giuria, presieduta dal M° Alberto Nosè e composta dai Maestri Alessandra Brustia, Olivier Cazal, Mario Coppola, Tamara Kordzadze, Xin Wang e Anna Izzo, ha ammesso alla finale Bukuchava, De Padova, Miyano, Salamone, Sharanko, Shafran. Dopo un’ulteriore serie di sonate di elevatissima qualità, la Commissione ha attribuito il “Moscato” ex equo a De Padova e Bukuchava, che si divideranno la relativa borsa di studio. Sul podio giungono anche Miyano (secondo premio) e Shafran (terzo), che portano a casa anche i relativi premi in denaro.

Per il “Premio Affinita”, termine di una complessa selezione operata dalla Commissione, presieduta dal M° Franco Andolfi (segretario artistico del San Carlo) e dai Maestri Vincenzo De Vivo, Cristina Ferrari, Stefano Romani e Alberto Triola, sono arrivati in finale Aleksandra Buczek (Polonia), Rossella Giacchero, Enrico Di Geronimo, Angela Fagnano, Maria Ferraro, Artemisa Repa, Maria Saba Rizzi (Italia), Lali Khabalova, Venera Protasova e Maria Semochkina (Russia), Tso Hanying (Taiwan). Non sono stati ammessi alla finale Marta Campoy Seron (Spagna), Frida Cuccurullo, Mariano Orozco, Anna Roberta Sorbo (Italia), Iizuka Kyoko e Muramatsu Koya (Giappone), Charles Sciascia (Stati Uniti) e Yao Xuanye (Cina). Al termine della finale è stata proclamata vincitrice la russa Venera Protasova, che si aggiudica così il prestigioso premio “Angelo Affinita” con relativa borsa di studio, seguita sul podio dalle italiane Artemisa Repa (seconda) e Maria Ferraro (terza).

Per la sezione Jazz e Leggera, sugli scudi il duo composto da Armando Dello Iacovo (sax) e Simone Maiello, i cantanti Paola Letizia Quatrucci (categoria B), Michela Baselice (cat. C) e Pietro Capponi (categoria D), e i chitarristi Andrea Giordano (cat. C) e Marco Caprioli (cat. D), che hanno conquistato massimo dei voti (100 su 100) e borsa di studio. Nella sezione riservata ai Solisti, si sono distinti i sassofonisti Aurora Rollo (100, cat. D) e Piergiorgio Muserra (100, cat. E), che si sono anche aggiudicati due borse di studio. Massimo dei voti anche per il batterista Davide Battista (cat. A), i pianisti Cosima D’Onofrio, Sara Montella, Mariagiulia Roviezzo, Giulia Zappia (Juniores, cat. A), Aldo Perlingieri, Pasquale Piccirillo, Fausto Vaccariello, Tonia Vele (Juniores, cat. B) e il batterista Francesco Cimino.

Nella sezione riservata alle accademie musicale private la Commissione ha premiato, con il massimo dei voti, le pianiste Rossella Massaro e Mariangela Girardi, i chitarristi Carmen Cinquegrana e Christian Iodice (100), le percussioniste Natasha Peluso e Sara Vitale, la flautista Giulia Setaro e le formazioni flautistiche Denise Romano e Alessandro Giordano (duo) e Vittoria Iengo, Mario Cristofaro e Concetta Mormile (trio).