Benevento - Crisi al Comune, il Pd: disattesa ancora la convocazione del Consiglio

- Politica Istituzioni - Comunicato stampa

Scrive la segreteria provinciale del Pd: Nulla di nuovo circa le dimissioni del Sindaco di Benevento. Resta disattesa, ad oggi, la richiesta di «parlamentarizzare» la crisi in Consiglio Comunale. Il doveroso rispetto per la città e le istituzioni pare non siano prioritari per Mastella. Atteggiamento che aggiunge persino tristezza a una vicenda tuttora poco intelligibile.

Il Partito Democratico, sin dall’avvio di questa «strana crisi», che ci è capitato di definire anche egocentrica e narcisa, ha assunto una posizione netta reclamando chiarezza. Da qui l’esigenza di convocare l’Assise cittadina. Massima istituzione rappresentativa nonché luogo deputato al dibattito, all’analisi e allo scontro politico. Pertanto, ci risulta ostico comprendere le ragioni della mancata convocazione del Consiglio Comunale. Sembra che si voglia sfuggire al confronto eludendo la responsabilità di fornire le dovute spiegazioni alla città. Le dimissioni di un sindaco sono un atto grave che reclama motivazioni adeguate. Ricandidarsi dopo poco settimane avendo evitato di affrontare il parlamento cittadino sarebbe un atto di arroganza e spocchia assoluta.

Il Partito Democratico, per quanto ci riguarda, continua nel programma di lavori che si è dato. Il prossimo martedì, alle ore 18:30, è prevista una riunione di tutti i partiti/movimenti del progressismo e del riformismo italiano presenti sul territorio: ARTICOLO 1/LEU, CENTRO DEMOCRATICO, DEMA, ITALIA VIVA, PARTITO SOCIALISTA ITALIANO, PIÙ EUROPA, SINISTRA ITALIANA, VERDI E VOLT. All’ordine del giorno le prossime elezioni amministrative nei 9 comuni della Provincia chiamati al voto in primavera cui, ad oggi non è dato ancora saperlo, potrebbe aggiungersi la città di Benevento. Seguiranno incontri con il vasto mondo del civismo, con le associazioni di categoria, quindi con i vari stakeholders territoriali. È inoltre attivo un canale di comunicazione e attenzione reciproca con i 5 Stelle locali, opportunamente informati della riunione di martedì.

Alle preoccupazioni dei seguaci cittadini della politica romana per lungo tempo dedita a sparlarci di Bibbiano ci piace ricordare che, per il momento, ad essere «tornati indietro», con annessa piroetta e triplo salto carpiato, siano stati esclusivamente loro. Nel volgere di qualche giorno sono passati dal dichiarare «è sotto l’occhio di tutti il pessimo governo della città e del sindaco Mastella» a «Mastella ottimo candidato sindaco per un centro-destra unito». Applausi!