Benevento, un arresto durante i festeggiamenti per la squadra di calcio

- Cronaca - Comunicato stampa

Nella notte che ha portato la città in serie A, proprio per assicurare il regolare svolgimento dei festeggiamenti, i militari della Compagnia di Benevento avevano messo sul campo anche vari equipaggi in borghese tra la gente. E proprio uno di questi equipaggi - ricorda la nota diffusa alla stampa - ha notato verso le 22:15 in una centrale via della città un noto pregiudicato beneventano vedere la partita per strada e festeggiare l’imminente promozione nella massima serie del campionato italiano. L’uomo, quasi cinquantenne, consapevole di non poter festeggiare a volto scoperto indossava cappellino e visiera per non farsi vedere in viso; nonostante ciò veniva notato e riconosciuto dai Carabinieri. Vistosi scoperto il pregiudicato si dava alla fuga riuscendo a far perdere le proprie tracce fino a quando rincasava presso la propria abitazione ove ad attenderlo c’erano i Carabinieri che lo bloccavano e dichiaravano in arresto. Il pregiudicato veniva ristretto nuovamente in regime di detenzione domiciliare presso la propria abitazione su disposizione della dott. essa Assunta Tillo, sostituto Procuratore della Repubblica di Benevento.

Sempre nell’ambito dei meticolosi controlli del territorio effettuati dai militari del Comando Compagnia di Benevento ieri, nel primo pomeriggio, i Carabinieri hanno rinvenuto nei pressi del cantiere per i lavori della rete fognaria vicino al Ponte Leproso, tra l’erba, un piccolo contenitore in vetro con all’interno sei dosi di cocaina pura, stranamente numerate, pronte per essere smerciata. Il peso complessivo dello stupefacente è di circa cinque grammi. Indagini in corso dei Carabinieri per capire se lo stupefacente era lì occasionalmente o se il sito è un comodo punto di appoggio per spacciatori.