Pisani: le parole di Paolucci sulla Dc balsamo per spirito e corpo politico

- Opinioni - Comunicato stampa

Scrive l'ex sindaco di Sant'Arcangelo Trimonte, Romeo Pisani: Le sofferte ironie di Federico Paolucci – Portavoce Fratelli d'Italia Sannio sul neo mastelliano De Luca (leggi) segnano un ritorno possibile agli antichi fasti del Boom economico e del passaggio dell'Italia da paese rurale a Quarta Potenza industriale, dissoltasi anche grazie ai "nuovi" della Seconda Repubblica, tra cui i padani col cappio in parlamento contro Roma Ladrona, che invocavano il Vesuvio sui napoletani, sempre più alle prese con piccole e grandi ruberie sotto le fontane milanesi, e con la triste vicenda del giglio magico del buon Umberto che voleva spaccare l'Italia, mentre adesso ci si accontenta di spaccare l'Europa, sempre tetragonamente, come scrive Paolucci, a fronte delle spaccature dell'area governativa in Campania, avverso la quale lui osserva , "di contro il centro destra e più forte e più coeso che mai".

Il Federico Paolucci – Portavoce Fratelli d'Italia Sannio, prosegue: "Nulla di nuovo sotto il sole. Non mi meraviglia. E non mi preoccupa. Per due motivi. Il primo risiede nell’apparente forza del “santo in processione” De Luca, il quale è di fatto sostenuto da un solo partito nazionale di rilievo, il PD, e da tante piccole liste e partiti che affollano la scena senza possibilità di riuscita". Come esponente locale di lungo corso della vecchia DC (Sindaco con fasi alterne di Sant'Arcangelo Trimonte dal 1964), parte attiva del Movimento dell'ultimo leader Democristiano doc,Clemente Mastella, non posso che rallegrarmi nel leggere di un ritorno democristiano invocato dal Fratello d'Italia Paolucci, che aggrega al nostro Movimento il candidato Presidente alla Regione Campania Vincenzo De Luca.

Grazie Paolucci, dopo una lunga quarantena non virale, a noi democristiani le tue parole ci fanno da balsamo per lo spirito e il corpo politico che, grazie a Clemente Mastella resiste nella Campania e in tutta italia, pronto a riemergere come un fiume carsico, anche a fronte della modestia del film di quello che doveva essere il Centro, con una nota di destra conservatrice, che ovviamente ci imbarazza, non solo per la richiesta ripetuta nel tempo da parte di questi leader della maggioranza di Centro Destra al Vesuvio e all'Etna di fare pulizia di napoletani e siciliani, e per le tristi vicende politiche che vedono tetragonamente questo unitissimo Centro destra spaccatello su temi come il MES, L'Europa, oltre alle posizione della leader dei Fratelli d'Italia che un giorno si e l'altro pure ci ha detto che lei con Berlusconi e suoi non avrebbe mai fatto più niente ...come volevasi dimostrare, una coerenza da manuale di scuola politica.

Da tanto pulpito sarebbe il caso di fare meno lezioni di coerenza e di morale e se si potesse, ci sarebbe da entrare nel merito su come rilanciare la nostra Regione Campania e il Sannio in particolare, che devono proiettarsi verso livelli di potenza economica e turistica superiore, come nelle possibilità che il nostro Dio ci ha dato e su cui il Presidente Vincenzo De Luca, ben supportato da Crozza, ha fatto molto e continuerà a fare, con la forza della sapienza democristiana che, voglio ringraziarti ancora, tu Paolucci, ci hai svelato.