Benevento - Si proroghi il termine per poter aiutare anche gli stranieri domiciliati e non solo quelli residenti

- Solidarietà IlVaglio.it
Sandra Sandrucci
Sandra Sandrucci

Scrive per l'associazione Altrabenevento la presidente Sandra Sandruccci: "Ecco il testo della lettera inviata con PEC (Posta Elettronica Certificata) al sindaco Clemente Mastella e alla Segretaria Generale del Comune di Benevento, Maria Carmina Cotugno. 'La Giunta Comunale con la Delibera n. 57 del 30 marzo 2020 ha deciso di attivare i voucher sociali da un minimo di € 250,00 ad un massimo di € 400,00 mensili, per 'Cittadini e persone straniere che vivono nella città di Benevento che versano in uno stato di necessità temporanea dovuta alle misure restrittive emesse per l’emergenza epidemiologica e sono privi di mezzi economici per assicurare a sé ed alla propria famiglia beni di primissima necessità'

Con la Determina Reg. Gen n. 326 del 31.03.2020, il dirigente del Settore Servizi al Cittadino approvava l’avviso per la richiesta dei Voucher e stabiliva che le domande potevano essere presentate solo dai 'cittadini residenti' contrariamente a quanto stabilito dalla Giunta che espressamente prevedeva l'accesso al servizio pure ai cittadini italiani o stranieri domiciliati in città.

Con la successiva Determinazione Reg. Gen n. 419 del 30.04.2020 il dirigente del Settore Servizi al Cittadino dava atto che entro la scadenza del termine erano state presentate circa 1.000 richieste, ma 520 erano state respinte per mancanza dei requisiti richiesti.

Pertanto, la Giunta Comunale con la delibera n. 70 del 30 aprile, considerato che erano ancora disponibili risorse consistenti, in gran parte fornite dal Governo, ha deciso: 'di autorizzare la prosecuzione della Misura dell’erogazione di Voucher Sociali per acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità per persone in difficoltà tenendo conto che, successivamente alla pubblicazione dell’Avviso, sono intervenute diverse misure di sostegno economico (Bonus €600,00 partite Iva, Cassa integrazione in deroga, Sostegno regionale per le abitazioni in locazione, Bonus disabili, ecc.), ed altre forme di ausilio messe in piedi dall’Associazionismo (pacchi alimentari, spesa sospesa, ecc.), per cui occorre che, come richiesto dal Dirigente, venga riproposto un nuovo Avviso Pubblico con nuovi criteri che escludano la possibilità di cumulare più misure di sostegno e privilegino chi non ha potuto fare accesso ad alcuna di esse'.

La Giunta con la predetta delibera ha confermato 'i criteri di massima già utilizzati' e quindi anche la possibilità di richiesta dei voucher da parte di cittadini italiani o stranieri residenti o domiciliati.

A seguito di tale delibera, il Dirigente del Settore Servizi Sociali con la Determina n. 442 del 14/5/2020 ha approvato un nuovo avviso che prevede: 'Il presente Avviso è rivolto a tutti i cittadini e persone straniere che risiedono o domiciliano nella città di Benevento che versano in uno stato di necessità temporanea dovuta alle misure restrittive emesse per l’emergenza epidemiologica e sono privi di mezzi economici per assicurare a sé a alla propria famiglia beni di primissima necessità'.

Quindi, il nuovo Avviso consente anche ai nuclei familiari che di fatto vivono in città e che in precedenza sono stati ingiustamente esclusi, di poter presentare la domanda di voucher. Anche per questo motivo il Comune avrebbe dovuto pubblicizzare in modo adeguato le condizioni del nuovo Avviso che, invece, non è stato neppure diffuso con adeguato comunicato stampa.

Per tale ragione, e considerato che la scadenza per la presentazione delle domande è fissata per le ore 24,00 del 30 maggio, chiediamo che tale termine sia prorogato di almeno una settimana e che le condizioni previste dall'Avviso siano adeguatamente pubblicizzate".