Covid-19 riprende Benevento - Il difficile equilibrio tra rigore e liceità per chi crea gli incontri tra più persone

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
Foto di repertorio
Foto di repertorio

E' davvero sotto gli occhi, e nei comportamenti, di tutti l'evolversi della situazione 'contagi' da Covid 19:in Italia, ma anche nella provincia di Benevento. Cresce il numero, crescono le preoccupazioni, si moltiplicano i provvedimenti restrittivi a macchia di leopardo della sanità 'federale', prova a muoversi – unificando - il Governo. E', ancora, sempre il tempo della comprensione e della collaborazione. Invano. E arriva il fine settimana di Ferragosto, con Benevento non proprio vuota e la fatidica data del 15 Agosto che il calendario capriccioso piazza di sabato, proprio perché alla tradizionale (ma solo italiana) festa di stagione, che giunge per... rinfrancare dai lavori forzati precedenti (con decenza parlando), si sommi pure la movida notturna.

Manca all'appello proprio l'appello istituzionale. Se non una modesta Ordinanza che pure si trova sulle bancarelle, almeno una qualche sentita raccomandazione. Un invito a volersi bene. Un segno tangibile di presenza che non sia la solita, inutile esternazione via social. Qualcuno che dalla carica ricoperta ricordi se sia stato o meno predisposto davvero un piano di controlli per un week-end che si preannuncia - per giunta - caldo. Che lasci, almeno, balenare la multa come deterrente in caso di obblighi, tuttora vigenti (sempre stati vigenti…), non rispettati: dispositivi di protezione individuale addosso, incontri ravvicinati sì, ma del primo tipo.

Il clima è di spensieratezza e vacanziero, in previsione delle ulteriori feste (Città Spettacolo è alle porte) che verranno, epica conclusione di quel che c'è già stato nell'estate beneventana: certo che è proprio difficile trovare un bilanciamento fra rigore e liceità quando le occasioni sono sponsorizzate a monte. Più che prova d'equilibrio, un equivoco.