Altri 3 contagi nel Sannio in poche ore. Ora siamo almeno a 9. L’ASL non aggiorna i suoi dati (quelli ufficiali) sul Covid. Cittadini sempre più allarmati

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
Il sito dell'ASL di Benevento di oggi 14 Agosto alle 14.56
Il sito dell'ASL di Benevento di oggi 14 Agosto alle 14.56

Come un bollettino di guerra. Ma stavolta non diramato dal “Comando Generale” – cioè dall’ASL di Benevento - ma dai singoli plotoni (e non sempre firmati dal “Tenente” che li comanda). Così sono stati comunicati – via facebook ! – stamattina i nuovi tre casi di contagio da Covid-19 nel Sannio. E quindi, attorno alle 10 di stamane: “Si comunica alla popolazione che due giovani di Moiano sono risultati positivi al Coronavirus. Gli stessi erano rientrati da vacanze all'Estero e si erano in via prudenziale già posti in isolamento domiciliare al momento del loro ritorno. I due ragazzi sono asintomatici.
👉 Si invita la popolazione ad osservare atteggiamenti di prudenza e, in particolare, a:
▪️Fare uso delle mascherine nei luoghi pubblici al chiuso;
▪️Fare uso di mascherine nei luoghi all'aperto qualora non si riuscisse a mantenere il distanziamento sociale;
▪️Evitare assembramenti;
▪️Prestare attenzione all'igiene delle mani.
Il Sindaco Giacomo Buonanno”.
In questo caso, nel post c’è la firma del “Tenente”, per restare nella metafora iniziale.

Alle 12 circa ha quindi fatto seguito: “Accertato un caso covid a Sant’Angelo a Cupolo! Giovane rientrato da Malta. La famiglia è stata posta in isolamento. È in corso la ricostruzione della catena dei contatti. Si invita la cittadinanza al rispetto delle norme di prevenzione. Seguiranno aggiornamenti”.
Questo post lo abbiamo scovato sulla pagina del Comune di S. Angelo a Cupolo sempre sul detto social network, stavolta senza firma del sindaco del paese.
S. Angelo a Cupolo, peraltro, è un Comune dalle tante frazioni e non è specificato in quale di esse il contagiato risieda.
*
Con questi nuovi odierni tre contagi – di cui si è venuti a sapere tramite queste informali comunicazioni – la curva dei contagi si è spostata, in poche ore, dai 6 di ieri sera ai 9 di stamattina.

Da quel che siamo riusciti a sapere sono coinvolti i comuni di S. Giorgio la Molara (due coniugi ora entrambi ricoverati all’ospedale ‘S. Pio’ di Benevento), un uomo di Torrecuso (pure ricoverato nell’area Covid del citato nosocomio), due fratelli di Apollosa (uno dei quali di ritorno da Malta) tutti e due in isolamento nel proprio domicilio, analogamente uno di Benevento città (pure ritornato da Malta).

Con questi 6 fino a ieri sera, gli ultimi contagi odierni: 2 di Moiano e il santangiolese pure di ritorno dall’isola-Stato del Mediterraneo, tutti e tre isolati nei propri domicili.

Come abbiamo denunciato nell’articolo di ieri (clicca qui per leggerlo), si va a tentoni per avere notizie, perché l’ASL di Benevento ha deciso di non comunicare sul contagio, né direttamente ai cittadini sanniti sul proprio sito istituzionale, né con i comunicati alle redazioni del giornali. Un silenzio che ora dopo ora diventa sempre più assordante.

Sul sito l’ultima notizia nella sezione specifica del Covid 19 è addirittura del 5 Agosto, con la scarna tabella che riporta ancora la situazione a quella data, cioè, con i dati dei due soli coniugi di S. Giorgio la Molara, allora con la moglie al ‘S. Pio’ e il marito ancora a casa, ora sono entrambi in ospedale.
Nessuna informazione ufficiale da Via Oderisio quindi sugli altri 7 contagi resi noti dai comuni su facebook o da qualche organo di stampa.

Sempre sul sito dell’ASL però qualcuno – il 12 Agosto – ha pubblicato, dopo l’emissione il giorno prima di una specifica ordinanza del presidente della Giunta Regionale Vincenzo De Luca, la notizia relativa “all’obbligo di segnalarsi entro 24 ore dal rientro al Dipartimento di Prevenzione dell’ASL di Benevento per effettuare test sierologici/tamponi”.

Perché allora questo blackout informativo sui contagiati dal 5 agosto in poi, nonostante la situazione sia in modo così preoccupante cambiata in peggio nel Sannio?
Può permettersi l’ASL di non comunicare i numeri e le notizie del contagio in questi frangenti?
Può incidere o no sulla diffusione del morbo in espansione la mancanza di comunicazioni ufficiali alla popolazione?
In una realtà così colpita, come quella sannita, che ha già pagato con 17 morti e 200 contagiati il prezzo alla pandemia, e con inchieste giudiziarie in corso?
Il prefetto e le altre autorità - che hanno titolo a intervenire su questa grave situazione sanitaria - si sono mossi perché le informazioni vengano tempestivamente e puntualmente date alla cittadinanza e all’opinione pubblica, per le conseguenti azioni dei cittadini in termini di prevenzione anche individuale, o anche queste autorità ritengono che si possa non fornire notizie in merito ai sanniti?
Lo sconcertante silenzio mentre i contagi crescono e si diffondono nel Sannio, in ogni caso, non sarà il nostro.
PS - Quattro ore dopo la pubblicazione di questo articolo, l'ASL di Benevento ha diffuso una tabella aggiornata con i dati del contagio. Sono confermati i 9. C'è però una discrepanza con la comunicazione ufficiale odierna dell'ospedale S. Pio, di qualche minuto precedente. Per l'ASL i ricoverati in ospedale sono 3, per l'ospedale stesso (cle li ha lì) sono 4. La spiegazione puà essere questa: il dato dell'ASL non ha contemplato il quarto ricovero di oggi nel nosocomio. Se così è, come appare, allora i contagiati sarebbero saliti a 10.