Norme anti-Covid ignorate e lavoro nero scoperti dai carabinieri

- Cronaca IlVaglio.it
La sede del Comando provinciale dei Carabinieri di Benevento
La sede del Comando provinciale dei Carabinieri di Benevento

Scrive il Comando provinciale dei Carabibieri di Benevento: In questi giorni di ferie estive, i Carabinieri del Comando Provinciale di Benevento con personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro di questo capoluogo hanno effettuato una serie di controlli di alcuni esercizi pubblici finalizzati a contrastare lo sfruttamento illecito della manodopera in nero e sul rispetto delle normative sulla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori sui luoghi di lavoro in considerazione di questo delicato momento di emergenza epidemiologica da Covid-19. Nel dettaglio:

  • A Montesarchio i militari della locale Stazione con quelli dell’ispettorato nel corso del controllo di un’azienda agrituristica hanno contestato le violazioni di carattere amministrativo per l’assunzione e l’impiego di un lavoratore a nero e per aver omesso di predisporre nel locale gli appositi dispositivi igienizzanti per le mani;
  • A Telese Terme, gli stessi carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro con quelli della locale Stazione hanno proceduto al controllo di un Bar, che è stato sanzionato per non aver adottato le misure necessarie per garantire l’igienizzazione delle mani e ad altro esercizio pubblico per la somministrazione di cibi e bevande, il cui titolare, oltre ad essere stato contravvenzionato per la stessa citata violazione è stato sanzionato anche per aver impiegato 3 lavoratori stranieri, uno completamente in nero ed altri due in maniera irregolare, senza aver inoltrato la preventiva comunicazione di inizio di rapporto di lavoro.

Per tale esercizio, inoltre, proprio per l’impiego massiccio di lavoratori irregolari superiore al 20% è stata richiesta la sospensione dell’attività imprenditoriale;

  • Infine, a Morcone, nel controllo di un’attività di ristorazione i militari di quella Stazione hanno trovato un lavoratore irregolare ed inoltre, hanno verificato la mancanza di dispositivi per l’igiene delle mani.

I militari hanno contestato a tutti e quattro i responsabili delle attività imprenditoriali sanzioni amministrative per un totale di 13.900 Euro.