Altro finanziamento regionale per Città Spettacolo, ma aumenta del 20 % il costo dei biglietti

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
Sandra Sandrucci, presidente di Altrabenevento
Sandra Sandrucci, presidente di Altrabenevento

Scrive la presidente dell’associazione Altrabenevento, Sandra Sandrucci: All’albo online del Comune di Benevento è stata pubblicata questa mattina la determina n. 47 del 20 agosto con la quale il dirigente del settore Cultura, Vincenzo Catalano, prede atto che lo scorso 17 agosto il sindaco Mastella ha firmato con il presidente della SCABEC - Società regione campania beni culturali - un contratto per un ulteriore finanziamento di € 80.390 (70 mila più Iva) da destinare alla Rassegna Benevento Città Spettacolo.

Tale contratto, però, non è allegato all'atto pubblicato, benché richiamato come “parte integrale” (anche questo caso è stato segnalato al vicesegretario generale dell’Ente, Alessandro Verdicchio) e quindi non è possibile comprendere per quali voci di spesa specifiche è stato concesso questo finanziamento.
Nella determina si legge che il Comune l'ha chiesto per lo spettacolo di Vincenzo Salemme, per valorizzare il Teatro Romano, e per la rassegna di “Teatro per ragazzi”.

L’amministrazione Mastella ha poi deciso (senza alcun atto formale) di spostare lo spettacolo del comico napoletano a Piazza Castello in modo da poter incassare 35.000 senza dover sostenere costi (tranne la SIAE) anche perché la SCABEC finanzia pure il palco con le sedie, le transenne e gli impianti in piazza Castello che saranno utilizzati per tutti gli altri spettacoli fino al 30 agosto.

Ciò comporta un ulteriore vantaggio per l’amministrazione Mastella che risparmierà i costi per il palco e il service già previsti nei preventivi della rassegna per gli spettacoli in programma nei giorni 28, 29 e 30 agosto sempre a piazza Castello.

Nonostante questi “risparmi “ e i maggiori finanziamenti, non ci sono i concerti del Conservatorio e sono addirittura aumentati del 20% i costi dei biglietti per tutti gli spettacoli a pagamento previsti dal cartellone e deliberati dalla Giunta Comunale. A cosa serviranno tutti questi soldi?