L'industriale e il biodigestore contestato a Benevento: servono un sì o un no e non chiacchiere da campagna elettorale

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
Benevento, Ponte Valentino: la sede del Consorzio ASI
Benevento, Ponte Valentino: la sede del Consorzio ASI

Il putiferio innescato dalle dichiarazione taglienti di un industriale beneventano (leggi sul Vaglio: https://ilvaglio.it/article/11850/no-al-biodigestore-in-zona-asi-cosi-l039industriale-rummo-le-reazioni.html), ha spostato l'asse della discussione sul biogestore nella zona Asi dal piano ambientale anche a quello politico. L'atteggiamento incline a nessuna mediazione del titolare del pastificio di Ponte Valentino (che peraltro non ha delocalizzato l'impianto all'indomani dei danni patiti a seguito dell'alluvione del 2015, evento naturale che non firma contratti di irripetibilità) ha coagulato un vasto mondo di consensi attorno al rifiuto di ospitare l'impianto nel Sannio. L'oggetto della discussione, dal canto suo, ha perso così una parte della forza d'impatto e però ha generato qualche curiosità.

Dal tenore delle reazioni, che nei loro contenuti vanno prese con le molle perché ormai dichiaratamente tessere della campagna elettorale in atto, emerge qualche voce contraria non in maniera specifica all'impianto ma agli attacchi (Giuseppe Ruggiero, Antonio Reale) condotti in particolare verso la governance di Asi (il ritrovato mastelliano Luigi Barone) e Comune (Clemente Mastella). L'argine attorno a essa è eretto dalle dichiarazioni del capogruppo mastelliano a palazzo Mosti Giovanni Quarantiello e del presidente della lista mastelliana Noi Campani, impegnata nell'agone elettorale al fianco di Vincenzo De Luca.

Sono, con ogni evidenza, portavoce di una posizione ancora ambigua solo perché non chiarita in maniera netta: al dibattito in corso, infatti, manca il prezioso contributo delle figure istituzionali più importanti sul territorio, appunto il sindaco del capoluogo ed il presidente della Provincia (Antonio Di Maria) - oltre naturalmente un altro diretto interessato come Barone. Cioè coloro i quali conoscono il potere della mediazione e il suo impiego applicato alla politica. Ed anche coloro dai quali un'opinione pubblica non distratta dalle beghe politiche immediate perché un voto è vicino, vorrebbe conoscere un parere che richiami, però, il profilo ambientale e che non certo necessita di articolate o dilatorie argomentazioni, ma di pochi, decisi monosillabi. Di cui finora non s'è avvertita eco.