Dopo voto - 3. Il M5S tracolla a Benevento ma fa finta di nulla

- Politica Istituzioni IlVaglio.it
Sabrina Ricciardi
Sabrina Ricciardi

Elezioni Regionali del 31 maggio 2015 in Campania, c'è questa forza dirompente che comincia a dilagare per il Paese a scendere, orgogliosa della sua (asserita) indipendenza politica e della sua autonomia nelle scelte (come si sono rivelate lo racconta l'attualità). Il MoVimento 5 Stelle a Benevento mette assieme un corposo 27,34% con 6.084 preferenze alla candidata Valeria Ciarambino.

Prima di giungere alle Elezioni Regionali del 20 e 21 settembre 2020 di cui si occupano i commenti c'è qualche altro piccolo passaggio da sottolineare.

Prendiamo le elezioni comunali di maggio/giugno 2016, quelle che hanno elevato Clemente Mastella al soglio di palazzo Mosti. Ebbene, la non notissima candidata a sindaco Marianna Farese (scelta ovviamente infelice del M5S locale dettata dalla presunzione di anteporre il simbolo alla personalità di un candidato, in una tornata elettorale a forte richiamo identitario del territorio) comunque attira il 20,86% degli elettori che alla Farese tributano 8.219 preferenze (alla lista di 'partito' vanno 4803 preferenze, per il 12,49%).

Ed eccoci alle Elezioni Politiche del 4 marzo 2018: alla Camera (candidata Angela Ianaro - eletta), in città i grillini toccano il 48,49% (16.799 voti); al Senato (candidata Danila De Lucia – eletta) toccano il 48,72% del gradimento popolare (per 15.255 preferenze).

Ci sono, infine, le Elezioni Europee del 26 maggio 2019: a Benevento città il M5S ‘si... ferma’ a 7.313 voti, cioè ad un 'modesto' 31,48%.

Tutto questo a cuocere e la senatrice beneventana Sabrina Ricciardi commenta – nel dopo-Regionali - “il risultato del Movimento 5 Stelle nella città capoluogo” scrivendo della soddisfazione degli “oltre 3mila voti conquistati da Valeria Ciarambino e altrettanti dalla lista grazie ad una percentuale superiore al 12%. Se si pensa che la lista del sindaco ha incassato poco più del 16%, si tratta di un buon viatico in vista delle elezioni comunali del 2021”.

Nella considerazione che proprio queste Regionali permetteranno alla Ricciardi di durare per una intera legislatura a palazzo Madama, eccola intenta a far fumo con una presunta tenuta dei Cinque Stelle in barba alla nuda verità delle cifre. Oltretutto rilanciando, nel parlare delle Amministrative 2021 a Benevento città, il perdente concetto dell'isolazionismo.

Tocca farsi megafono mediatico della ordinarietà partitica in cui è sprofondato il cosiddetto MoVimento, senza patire rossore alcuno.