Il Diario dell'Argonauta. 2 Il naso lungo di Cirano e le teste tagliate dei puri. Stelle nascenti e cadenti

- Opinioni di Anteo Di Napoli
Francesco Guccini
Francesco Guccini

Il mio amico Andrea mi regalò (passato molto remoto) per il mio trentesimo compleanno l’appena pubblicato album “D’amore di morte e di altre sciocchezze” di Francesco Guccini. “C’è una canzone in cui si parla di te”, mi disse. Si riferiva a “Cirano”, nella quale il cantautore modenese rileggeva da par suo il personaggio di Cyrano de Bergerac, creato dalla penna di Edmond Rostand. Il mio amico, compagno di corso all’università e di servizio civile all’ambulatorio Caritas per immigrati, credo volesse sottolineare alcuni tratti della mia personalità di allora, improntata all’idealismo e alla lotta per le cause perse, ma anche tormentata da complicate storie d’amore.

“Le verità cercate per terra, da maiali, tenetevi le ghiande, lasciatemi le ali; tornate a casa nani, levatevi davanti, per la mia rabbia enorme mi servono giganti”, tra i versi che cantavo con più foga e ben altro spirito di quello che mi ha indotto ieri a citarli, mentre discutevo con un conoscente. Aprite il paracadute, perché si precipita all’aumento di stipendio del presidente dell’INPS, Pasquale Tridico, per il mio interlocutore un tradimento degli ideali di chi lo aveva scelto. Pur non pronunciandomi (non avendone i titoli) sull’adeguatezza di Tridico, ho replicato che la competenza, acquisita spesso con sacrificio, va pagata il giusto e, per quanto appreso, lo stipendio sembrava basso per le responsabilità della funzione. Viceversa, in ogni caso l’incompetenza non può essere giustificata da uno stipendio dimezzato.

A proposito di “purismo”, ho ricordato la vicenda della “colf pagata in nero” che coinvolse Roberto Fico, appena eletto Presidente della Camera. Per replicare alle accuse del programma “Le iene”, la sua compagna postò su Facebook proprio i versi di “Cirano” su citati.

“A fare a gara a fare i puri, troverai sempre uno più puro... che ti epura”, ebbe a dire Pietro Nenni. Aggiungerei che per chi si atteggia a giacobino, c’è sempre un “9 termidoro”, che portò sulla ghigliottina Robespierre e i suoi...