Dimenticare l’Inter e il recente passato: il Benevento affronta il Bologna con lo sguardo dritto e aperto sul presente

- Sport IlVaglio.it
Filippo Inzaghi
Filippo Inzaghi

Era un appuntamento al quale prima o poi giungere – date le premesse gettate un anno fa -, e quindi ecco una gara dal sapore particolare per il Benevento attuale: lo snodo di mister Pippo Inzaghi con il Bologna, nella terza di andata del campionato di serie A, è di quelli attesi. Comprensibili, i motivi (l'avventura sulla panca rossoblù chiusa in anticipo due stagioni fa), ma sicuramente non tali da gravare per eccessiva emotività sull'incontro, il secondo casalingo a breve distanza dal secco stop rimediato contro l'Inter: conta ben altro, infatti, e cioè la capacità di calarsi in un torneo nel quale sfruttare, ai limiti anche dell'impossibile, tutte quelle occasioni che non celano un pronostico scritto in anticipo sulla solidità e qualità dell'avversario, come accaduto contro i nerazzurri di Conte. Dunque, con il Bologna si può fare, ma non sarà affatto facile: è, questo, un passo nel campionato dentro il campionato dei giallorossi, ove si impongono meno distrazioni e maggiore compattezza. Genova per loro, per i giallorossi, non è poi così lontana.

*

Questi alcuni riflessi statistici proposti dal sito della Lega sul match domenicale al Vigorito.
Il Benevento ha disputato la sua prima storica gara interna in Serie A TIM proprio contro il Bologna nell’agosto 2017: vinsero però gli ospiti rossoblù per 0-1 grazie alla rete di Godfred Donsah.I giallorossi hanno perso entrambi i precedenti in Serie A TIM contro il Bologna (0-1 in casa e 3-0 in trasferta) ed il Bologna è una delle cinque squadre contro cui il Benevento non ha trovato il gol nella sua unica precedente stagione nel massimo campionato - assieme a Fiorentina, Napoli, Atalanta e Torino.

Il Benevento ha subito sette gol nelle prime due partite di campionato, mentre nella propria prima stagione di Serie A TIM ne aveva concessi tre – tuttavia i campani hanno segnato ben cinque gol, cifra raggiunta dopo 12 partite nella stagione 2017/18.Il Bologna è reduce da quattro sconfitte esterne consecutive in Serie A TIM e potrebbe perdere cinque gare di fila fuori casa in campionato per la prima volta da ottobre 2015 e non trova inoltre il gol da tre trasferte di fila in campionato: l’ultima formazione ad aver avuto una striscia più lunga nella competizione è stata la Spal nelle prime sei gare esterne della Serie A TIM 2019/20.Il Bologna subisce gol da 35 partite di fila in Serie A TIM, record negativo nella competizione: nella storia dei top-5 campionati europei solo quattro squadre hanno avuto delle serie più lunghe con gol al passivo - Bordeaux nel 1960 (42), Gimnàstic de Tarragona nel 1950 (41),Racing Santander nel 1960 (39) e Duisburg nel 1975 (38).

Nell’estate 2015, Sinisa Mihajlovic è subentrato a Filippo Inzaghi sulla panchina del Milan: per l’attuale allenatore del Bologna, 50% di successi in tutte le competizioni con i rossoneri (19V, 10N, 9P), contro il 35% dell’allenatore del Benevento (14V, 13N, 13P).

L’attaccante del Benevento Gianluca Caprari ha segnato due gol e fornito un assist nelle prime due partite di questo campionato; nella seconda parte della scorsa stagione, con la maglia del Parma, aveva realizzato due reti in 12 gare. Il difensore del Benevento Gaetano Letizia, in gol all’esordio stagionale contro la Sampdoria, ha trovato la sua prima rete in Serie A TIM contro il Bologna nell’ottobre 2015, quando vestiva la maglia del Carpi. L’attaccante del Bologna Musa Barrow ha realizzato la sua prima rete in Serie A TIM proprio contro il Benevento ad aprile 2018 con la maglia dell’Atalanta: nell’anno solare 2020 ha segnato nove reti in campionato, più del doppio di qualsiasi compagno di squadra.