Serie A - Un super Montipò spiana la strada alla seconda vittoria di Benevento marcata Lapadula. Bologna piegato: 1-0

- Sport IlVaglio.it
Lorenzo Montipò
Lorenzo Montipò

Torna subito a vincere, stavolta sul proprio campo, il Benevento di mister Pippo Inzaghi che piega per 1-0 il Bologna. Ospiti apparsi – soprattutto nel primo tempo - superiori sul piano del gioco e delle occasioni da gol non sapute concretizzare. Ma ciò è anche dipeso dai meriti di … Montipò, autore di almeno 4 parate straordinarie. La gara è stata poi decisa al 66° su un corner calciato da Iago Falque e messo in porta da Lapadula, coriaceo e ficcante nella circostanza.

Sanniti cora on ben 6 punti in classifica su 3 gare disputate. Ora, ci sarà la prima sosta del campionato che quindi riprenderà per il Benevento in quel di Roma, alle 20.45 del 18 ottobre, contro gli altri giallorossi.
Sanniti che, sia chiaro, oggi non hanno rubato nulla, perché il migliore in campo, autore di una prestazione memorabile, - Montipò - è un suo giocatore. Un giovane elemento che, dopo il mirabolante campionato dello scorso anno in Serie B, sta solo confermando il suo valore: bisognava solo avere un po’ di pazienza, i severi censori dopo qualche incertezza nelle prime due gare, sono stati zittiti.

Per il resto la squadra ha sofferto più del solito a centrocampo: in fase di contenimento, almeno fin quando non è entrato nella ripresa Dabò, e in fase di impostazione, dove la mancanza di una “testa pensante” si nota.

Più spiegabili i limiti in attacco (oggi Moncini è uscito per infortunio muscolare già al 12°), dove Caprari, Falque e Lapadula hanno giocato assieme per la prima volta.
La difesa è vero ha ballato un po’ troppo ma anche, come detto, per la poca copertura ricevuta dai reparti più avanzat. Per fortuna c’erano Montipò e l’inadeguatezza in fase offensiva dei felsinei.
Il poker di Montipò:
al 28°: Barrow “si fuma” con una finta Caldirola, Montipò gli si lancia tra i piedi e intercetta il tiro diretto nel sacco;
al 39° Soriano mette nuovamente il bolognese Skovolsen solo davanti a Montipò, che in uscita disperata evita lo svantaggio respingendo nuovamente;
al 55° ancora il portiere sannita si distende in tuffo per respingere una rasoiata di Stevolsen diretta in rete;
all'86° sebbene coperto da una selva di gambe, il n.1 del Benevento nega il gol a un forte tiro si Sansone.
E questa è solo la cronaca degli interventi super.
Un altro lo ha compiuto in extremis Glik al 59° su Barrow, a tre metri dalla linea di porta.

Anche il Benevento ha fallito un paio di palle gol: una con Caprari che, solo davanti al portiere emiliano, ha tirato oltre la traversa al termine di un bello scambio Falque-Lapadula; la seconda con Schiattarella al termine di un pressing delle punte giallorosse in area avversaria, anche qui un provvidenziale intervento di Skorupski ha evitato il raddoppio.

Giornata molto soleggiata, con i soliti mille ammessi sugli spalti che se la sono sudata anche per le tante emozioni del verde prato, ma che almeno si sono evitata la telecronaca dei due inviati di Sky, al cui confronto due ultrà del Bologna, messi al posto loro, sarebbero apparsi più obiettivi e meno coinvolti.