Mette le ali il il virus Sannio. Comunicati altri 27 positivi in 24 ore. I contagiati da agosto sono 290, ma quanti tamponi sono stati fatti per trovarli non ce lo fanno sapere

- Ambiente Sanità IlVaglio.it

La cifra dei nuovi contagiati nel Sannio da SARS-CoV-2 comunicata oggi pomeriggio, 8 ottobre, dall’ASL di Benevento purtroppo è localmente da record. Sono addirittura 27 i nuovi positivi che si possono evincere dall’odierno “report delle ore 12”, una tabella che però si riferisce ai casi noti a detta ASL alle ore 24 di ieri 7 ottobre. Il report comunica anche che ci sono state anche 7 guarigioni, due delle quali tra i ricoverati nell’ospedale “S. Pio” e le buone notizie finiscono qui.

Oggi il contagio appare anche più esteso oltre che notevolemnte aumentato. I maggior casi scopertia a Guardia Sanframondi (6), S. Agata dei Goti (4), Benevento (3) e Castelvenere (2), quindi uno solo per comune a: Montesarchio, Paduli, Pago Veiano, Paolisi, Paupisi, S. Giorgio del Sannio, S. Giorgio la Molara, Solopaca, Torecuso, nonché in tre paesi finora non toccati e cioè, Castelpagano, Frasso Telesino e S. Marco dei Cavoti.

Così collocate, invece, le 7 guarigioni: 3 a Guardia Sanframondi e 1 rispettivamente ad Airola, Benevento, Montesarchio e S. Lorenzello.

I comuni sanniti nei quali sono residenti i contagiati di questa seconda fase sono oggi diventati 42 su 78, più della metà, benché gli stessi abbiano una popolazione di molto superiore al 50% di quella totale, perché i comuni con i contagiati sono i più popolati. In particolare Benevento e Montesarchio sono di gran lunga i più interessati, con Guardia Sanframondi in terza posizione.

Oggi dunque registriamo un boom di nuovi contagi. In un solo giorno più del 10% del numero totale dei precedenti 67 giorni, dal 1° agosto.

Da che dipenderà?
Forse soltanto dall’aver fatto l’ASL di Benevento fatto processare un numero maggiore di tamponi?
Vorremmo poterlo scrivere, per rassicurare in qualche maniera. Ma detta ASL continua a non pubblicare giornalmente il numero dei tamponi fatti esaminare. Omissione che non consente di poter fare il raffronto con i positivi emersi e quindi si fa sapere poco ai contribuenti e alla popolazione della provincia di Benevento sulla diffusione e la tendenza in atto della pandemia.
Le altre ASL campane invece, ad esempio quelle di Caserta e Salerno, pubblicano giornalmente il numero dei tamponi fatti esaminare.

Unica è stata la comunicazione nel Sannio sul numero dei tamponi; è stata fatta il 16 settembre (relativa quindi alle ore 24 del giorno prima). In totale a quel report di tamponi ne erano stati fatti 2.709 (dal 1° agosto, per ben 46 giorni, davvero molto pochi).

Le scarne tabelle quotidiane dell'ASL sannita, su una pandemia potenzialmente mortale in atto da mesi, nelle quali le notizie si devono evincere, a volte contengono stranezze, come nei casi di contagiati in precedenza comunicati e poi svaniti nel nulla. Stiamo segnalando da inizio settembre la cosa da queste colonne (3 i ‘casi strani’, a S. Nicola Manfredi, Montesarchio e Durazzano), ma l'ASL di Benevento non si cura di spiegare queste incongruenze di quella che pure è la sua comunicazione ufficiale.

C'è poi stato il caso di un contagiato di Campoli del Monte Taburno, ricoverato nell'ospedale 'S.. Pio' di Benevento il 1° ottobre, di cui la tabella ASL ha dato notizia solo il 6 ottobre, ma annoverandolo tra coloro che sono nei propri domicili (dove lo colloca tutt’oggi, 8 ottobre) e non invece nell'ospedale citato.

Né la detta ASL ufficialmente ha dato risposta ai quesiti se tra i 9 contagiati non residenti nel Sannio (dal 6 ottobre diventati 8), e qui in cura domiciliare, siano da ricomprendere anche i casi denunciati dal Sindacato Sinappe, emersi nel carcere beneventano di Capodimonte e/o quelli degli ospiti di un centro per i migranti al Rione Libertà di Benevento. Uno di loro dunque è guarito, ma l'ASL non l'ha computato nel totale dei guariti. Cioè i non residenti nella tabella da contagiati sono contemplati (e sommati agli altri residenti) da guariti no.

Comunque, con il report di oggi, il totale dei contagiati nel Sannio è salito a 290 (ieri 263); ricordiamo che queste sono solo le cifre dal 1° agosto al 7 ottobre.
Gli attualmente positivi al virus in cura nei propri domicili sanniti sono 189 (ieri 167); i ricoverati al ‘S. Pio’ sono 8 (ieri 10), non ci sono sanniti ricoverati in ospedali fuori provincia (come ieri), le guarigioni in totale sono state 90 (ieri 83) non contemplando quella del non residente.

Schematizzando, i 290 contagiati così sono differenziati, nel report di oggi ottobre:
2 persone morte di Torrecuso;
8 ricoverati nell'ospedale 'S. Pio' (5 di Benevento, 1 di Castelvenere, 1 di Moiano e 1 di Telese);
0 ricoverati in ospedali fuori della provincia di Benevento;
189 persone attualmente positive in cura nei propri domicili sanniti:
63 a Benevento;
31 a Montesarchio;
12 a Guardia Sanframondi;
8 a S. Agata dei Goti;
7 a Durazzano;
6 a Limatola e a Telese;
4 a Castelvenere, Moiano e S. Giorgio del Sannio;
3 a Paolisi, Paupisi e S. Angelo a Cupolo;
2 ad Apollosa, Bonea, Paduli, Pago Veiano, S. Giorgio la Molara e S. Nicola Manfredi;
1 ad Apice, Arpaise, Campoli del Monte Taburno, Castelpagano, Ceppaloni, Fragneto l’Abate, Fragneto Monforte, Frasso Telesino, San Lorenzello, San Marco dei Cavoti, San Martino Sannita, Solopaca, Tocco Caudio, Torrecuso, e Vitulano;
più 8 persone non residenti nel Sannio.
90 guariti:
19 a Benevento;
7 a S. Agata dei Goti e Montesarchio;
6 ad Airola;
5 e Reino;
4 ad Apollosa, S. Angelo a Cupolo e Torrecuso;
3 a Durazzano, Guardia Sanframondi, Limatola, S. Lorenzello, S. Nicola Manfredi;
2 a Dugenta, Moiano, Paduli, S. Giorgio la Molara e Telese;
1 ad Apice, Castelpoto, Cerreto Sannita, Faicchio, Paupisi, S. Bartolomeo in Galdo, S. Lorenzo Maggiore, Solopaca.