Vola il virus nel Sannio lasciato senza notizie sui tamponi: 47 nuovi casi in 24 ore (8 a Benevento). 20 i guariti

- Ambiente Sanità IlVaglio.it

Alle ore 16.02, di oggi 14 ottobre, l'ASL di Benevento ha comunicato la sua quotidiana tabella dai cui numeri si evince che altre 47 persone si sono aggiunte al numero delle contagiate nel Sannio da SARS-COv2, nelle ultime 24 ore esaminate. 47 persone in più sulle 339 censite dal 1° agosto fino al 12 ottobre, fanno il 13,8% in più in un giorno solo. C'è di che far tremare i polsi, soprattutto nel territorio di competenza dell'ASL di Benevento che solo scrive in una scarna tabella questo dato e che non dà modo di far capire ai sanniti la esatta portata dell'epidemia, perché contestualmente non dice - come fanno tutte le strutture che comunicano i dati sul contagio - il numero dei tamponi che ha fatto processare per scoprire questi 47 (o gli altri dichiarati nei giorni scorsi). Incredibile, ma vero, nel disinteresse generale delle massime istituzioni locali e delle agenzie della sociietà civile.

La tensione e la preoccupazione salgono, né le stemperano notizie tristi che si aggiungono oggi come quella del 78enne che oggi si è suicidato lanciandosi da una stanza della terapia subintensiva dell'ospedale 'S. Pio' di Benevento.

Partiamo subito dai dati che, per la loro quantità, meritano la precedenza sulle pur dovute riflessioni, anticipando immediatamente l'unica buona notizia e cioè che, oltre ai nuovi 47 contagiati, si evincono dal report di Via Oderisio anche altri 20 guariti.

Stando alla tabella di oggi dell'ASL, il totale dei contagiati nel Sannio è salito a 386 (ieri 339); ricordiamo che queste sono solo le cifre dal 1° agosto alle ore 24 del 13 ottobre. Nella prima fase, da febbraio al 27 giugno (cioè nel doppio del tempo) i contagiati sono stati in totale solo 209.

Gli attualmente positivi al virus in cura nei propri domicili sanniti sono 258
(ieri 233); i ricoverati al ‘S. Pio’ sono 10 (ieri 8), non ci sono sanniti ricoverati in ospedali fuori provincia (come ieri), le guarigioni in totale sono state 114 (ieri 94).

Schematizzando, i totali 386 contagiati così sono differenziati, nel report di oggi 14 ottobre:
4 persone morte: 2 di Torrecuso, 1 di Moiano e 1 si S. Martino Sannita;
10 ricoverati nell'ospedale 'S. Pio' (5 di Benevento, 1 di Castelvenere, 1 di Montesarchio, 1 di S. Agata dei Goti, 1 di Telese e 1 di Torrecuso);
0 ricoverati in ospedali fuori della provincia di Benevento;
258 persone attualmente positive in cura nei propri domicili sanniti:
81 a Benevento;
37 a Montesarchio;
15 a Guardia Sanframondi;
10 a Moiano e S. Agata dei Goti
9 a S. Angelo a Cupolo e Telese;
7 a Durazzano;
5 a S. Nicola Manfredi e S. Giorgio del Sannio;
4 a Apollosa, Castelvenere, Limatola, Paduli e Paolisi;
3 a Torrecuso;
2 ad Airola, Bonea, Campoli del Monte Taburno, Ceppaloni, Pago Veiano, Pannarano, Paupisi, Pietrelcina, S. Giorgio la Molara e Solopaca;
1 ad Apice, Arpaise, Calvi, Castelpagano, Dugenta, Faicchio, Forchia, Fragneto l’Abate, Fragneto Monforte, Frasso Telesino, Ponte, Puglianello, San Lorenzello, San Marco dei Cavoti, S. Martino Sannita, Tocco Caudio e Vitulano;
più 11 persone non residenti nel Sannio.
114 guariti:
26 a Benevento;
11a Montesarchio;
7 a S. Agata dei Goti;
6 ad Airola, Limatola e S. Angelo a Cupolo;
5 ad Apollosa, Guardia Sanframondi e Reino;
4 a S. Lorenzello, Telese e Torrecuso;
3 a Durazzano e S. Nicola Manfredi;
2 a Dugenta, Moiano, Paduli, Paupisi e S. Giorgio la Molara;
1 ad Apice, Castelpoto, Cerreto Sannita, Faicchio, S. Bartolomeo in Galdo, S. Lorenzo Maggiore, Solopaca e un residente fuori provincia.

I centri più colpiti nell'ordine sono Benevento (112), Montesarchio (49) e Guardia Sanframondi (19).

L'ASL di Benevento continua a non pubblicare giornalmente il numero dei tamponi fatti esaminare. In tal modo si fa sapere poco ai contribuenti e alla popolazione della provincia sannita sulla diffusione e sulla tendenza in atto della pandemia. Le altre ASL campane invece, ad esempio quelle di Caserta e Salerno, pubblicano giornalmente il numero dei tamponi fatti esaminare.

Unica è stata la comunicazione nel Sannio sul numero dei tamponi; è stata fatta il 16 settembre (relativa quindi alle ore 24 del giorno prima). In totale a quel report di tamponi ne erano stati fatti 2.709 (dal 1° agosto, per ben 46 giorni, davvero molto pochi).

A volte contengono stranezze le scarne tabelle quotidiane dell'ASL sannita, su una pandemia potenzialmente mortale in atto da mesi, come nei casi di contagiati in precedenza comunicati e poi svaniti nel nulla. Stiamo segnalando da inizio settembre la cosa da queste colonne (3 i ‘casi strani’, a S. Nicola Manfredi, Montesarchio e Durazzano), ma l'ASL di Benevento non si cura di spiegare queste incongruenze di quella che pure è la sua comunicazione ufficiale.

C'è poi il caso di un contagiato di Campoli del Monte Taburno, ricoverato nell'ospedale 'S. Pio' di Benevento il 1° ottobre, di cui la tabella ASL ha dato notizia solo il 6 ottobre, ma annoverandolo tra coloro che sono nei propri domicili (dove lo colloca tutt’oggi, 14 ottobre) e non invece nell'ospedale citato, come risulta da comunicazione ufficiale del Fatebenefratelli dal quale poi è stato portato al 'S. Pio'.

Né la detta ASL ufficialmente ha dato risposta ai quesiti se tra i contagiati non residenti nel Sannio (dal 9 ottobre diventati 11), e qui in cura domiciliare, siano da ricomprendere anche i casi denunciati dal Sindacato Sinappe, emersi nel carcere beneventano di Capodimonte e/o quelli degli ospiti di un centro per i migranti al Rione Libertà di Benevento.