Virus - 20 nuovi contagiati nel Sannio (e siamo a 450). 24 i guariti

- Ambiente Sanità IlVaglio.it

Alle ore 17.43, di oggi 16 ottobre, l'ASL di Benevento ha comunicato il suo quotidiano "report delle ore 12" relativo ai casi segnalati entro le ore 24 del 15 ottobre. Dai numeri si evince che altre 20 persone si sono aggiunte al numero delle contagiate nel Sannio da SARS-COv2. Anche oggi, come esattamente da un mese a questa parte, l'ASL di Benevento in questa scarna tabella non comunica il dato giornaliero dei tamponi fatti effettuare, né quello complessivo. E procede in questo incredibile non dire, nel disinteresse generale delle massime istituzioni locali e delle agenzie della società civile.

Eppure, soprattutto in questi giorni di tornata crescita della pandemia a livello nazionale e regionale, il primo elemento di valutazione dei contagi - diventati da record, oggi più di 10.000 in Italia - è il loro essere in dipendenza dal numero dei tamponi, notevolmente maggiore, di quelli fatti nella prima fase primaverile della pandemia. Nulla di tutto ciò è possibile fare per il Sannio stante il pervicace silenzio dell'ASL di Benevento. Dobbiamo solo sperare nella buona stella, informarci compiutamente sui dati reali ci è precluso.

Torniamo alla tabella di oggi che presenta due refusi: un guarito di Benevento e uno di Telese non sono riportati nella colonna dei totali guariti che così erroneamente riisulta essere di 22 guariti, mentre in realtà è di 24. Del resto, il numero totale degli attualmente contagiati è passato dai 303 di ieri ai 299 di oggi, frutto appunto della differenza tra gli odierni 24 guariti e 20 nuovi contagi.

Buona notizia comunque questa differenza perché il saldo contagiati-guariti è appunto passato dal preoccupante +35 di ieri al più confortante - 4 di oggi.

Il totale assoluto dei contagiati nel Sannio, dunque, dal 1° agosto alle ore 24 del 15 ottobre, è ora salito a 450 (ieri 430). Nella prima fase della pandemia, quella che è andata da febbraio al 27 giugno (in 4 mesi): i contagiati allora sono stati in totale solo 209.

Gli attualmente positivi al virus in cura nei propri domicili sanniti sono 289
(ieri 293); i ricoverati al ‘ S. Pio ’ sono 10 (quanti ieri), non ci sono sanniti ricoverati in ospedali fuori provincia (come ieri), le guarigioni in totale sono state 145 (ieri 123).

Schematizzando, i totali 450 contagiati così sono differenziati, nel report di oggi 16 ottobre:
4 persone morte: 2 di Torrecuso, 1 di Moiano e 1 si S. Martino Sannita;
10 ricoverati nell'ospedale ' S. Pio ' (5 di Benevento, 1 di Castelvenere, 1 di Montesarchio, 1 di S. Agata dei Goti, 1 di Telese e 1 di Torrecuso);
0 ricoverati in ospedali fuori della provincia di Benevento;
289 persone attualmente positive in cura nei propri domicili sanniti:
87 a Benevento;
38 a Montesarchio;
14 a Guardia Sanframondi;
12 a Moiano e S. Angelo a Cupolo;
9 a Telese;
8 ad Airola e Pietrelcina;
6 a Paupisi;
5 a S. Giorgio del Sannio e S. Nicola Manfredi;
4 ad Apollosa, Bucciano, Castelvenere, Limatola, Paduli, Paolisi e S. Agata dei Goti;
3 a Ceppaloni, Durazzano, Forchia e Torrecuso;
2 a Bonea, Campoli del Monte Taburno, Ginestra degli Schiavoni, Pago Veiano, Pannarano, S. Giorgio la Molara e Solopaca;
1 ad Apice, Arpaia, Arpaise, Calvi, Cautano, Colle Sannita, Dugenta, Faicchio, Fragneto l’Abate, Fragneto Monforte, Frasso Telesino, Ponte, Puglianello, San Bartolomeo in Galdo, San Lorenzello, San Lorenzo Maggiore, San Marco dei Cavoti, S. Martino Sannita, Tocco Caudio e Vitulano;
più 11 persone non residenti nel Sannio.
147 guariti:
33 a Benevento;
14 a S. Agata dei Goti;
11 a Moiano e Montesarchio;
7 a Durazzano;
6 ad Airola, Guardia Sanframondi, Limatola e S. Angelo a Cupolo;
5 ad Apollosa, Reino e Telese;
4 S. Lorenzello, S. Nicola Manfredi e Torrecuso;
2 a Dugenta, Paduli, Paupisi, S. Giorgio del Sannio e S. Giorgio la Molara;
1 ad Apice, Castelpagano, Castelpoto, Ceppaloni, Cerreto Sannita, Faicchio, S. Bartolomeo in Galdo, S. Lorenzo Maggiore, Solopaca e un residente fuori provincia.

I centri più colpiti dal 1° agosto nell'ordine sono Benevento (120 contagiati), Montesarchio (50), Moiano (23), Guardia Sanframondi (20) e S. Angelo a Cupolo (18).

Con l'ingresso odierno di Bucciano e Cautano sono saliti a 53 su 78 i comuni sanniti toccati dal virus in questa seconda fase.
Nel dettaglio oggi:1 nuovo contagio a Cautano, Ceppaloni, Ginestra, Montesarchio, S. Lorenzello e S. Lorenzo. In crescendo: altri 2 contagi a Pietrelcina e S.Angelo a Cupolo; altri 4 a Bucciano; altri 6 a Moiano.

L'ASL di Benevento, come detto, continua a non pubblicare giornalmente il numero dei tamponi fatti esaminare. In tal modo si fa sapere poco ai contribuenti e alla popolazione della provincia sannita sulla diffusione e sulla tendenza in atto della pandemia. Le altre ASL campane invece, ad esempio quelle di Caserta e Salerno, pubblicano giornalmente il numero dei tamponi fatti esaminare.

Unica è stata la comunicazione nel Sannio sul numero dei tamponi; è stata fatta il 16 settembre (relativa quindi alle ore 24 del giorno prima). In totale a quel report di tamponi ne erano stati fatti 2.709 (dal 1° agosto, per ben 46 giorni, davvero molto pochi, una sessantina al giorno).

A volte contengono stranezze le scarne tabelle quotidiane dell'ASL sannita, su una pandemia potenzialmente mortale in atto da mesi, come nei casi di contagiati in precedenza comunicati e poi svaniti nel nulla. Stiamo segnalando da inizio settembre la cosa da queste colonne (3 i ‘casi strani’: a S. Nicola Manfredi, Montesarchio e Durazzano), ma l'ASL di Benevento non si cura di spiegare queste incongruenze di quella che pure è la sua comunicazione ufficiale. Dei due refusi di oggi - relativi ai guariti di Benevento e Telese omessi nella colanna dei totali guariti - abbiamo già detto.

C'è poi il caso di un contagiato di Campoli del Monte Taburno, ricoverato nell'ospedale ' S. Pio ' di Benevento il 1° ottobre, di cui la tabella ASL ha dato notizia solo il 6 ottobre, ma annoverandolo tra coloro che sono nei propri domicili (dove lo colloca tutt’oggi, 16 ottobre) e non invece nell'ospedale citato, come risulta da comunicazione ufficiale del Fatebenefratelli dal quale poi è stato portato al ' S. Pio '.

Né la detta ASL ufficialmente ha dato risposta ai quesiti se tra i contagiati non residenti nel Sannio (dal 9 ottobre diventati 11), e qui in cura domiciliare, siano da ricomprendere anche i casi denunciati dal Sindacato Sinappe, emersi nel carcere beneventano di Capodimonte e/o quelli degli ospiti di un centro per i migranti al Rione Libertà di Benevento.