E' morta Vittoria Principe, nota giornalista di Benevento. Il cordoglio

- Cultura Spettacolo IlVaglio.it
Vittoria Principe
Vittoria Principe

A soli 51 anni, in seguito a una grave malattia, è morta, nel primo pomeriggio di oggi, Vittoria Principe, nota giornalista di Benevento. La sua attività si è svolta su varie testate, anche da lei dirette, sulla stampa, in televisione e online. E' stata presente anche nella competizione politica, in particolare nelle ultime elezioni comunali di Benevento del 2016 fu candidata sindaca. La sua molteplice attività l'ha vista impegnata anche nel sociale, dando vita all'associazione #AvantiDonne, con particolare attenzione alla materia sanitaria e all'attività di prevenzione.
Ai suoi familiari e ai parenti giungano le sentite condoglianze del direttore e della redazione de 'Il Vaglio.it".
***
I messaggi di cordoglio

“Ho avuto momenti di sincera amicizia con lei ed altri di dissenso. Ora la ricordo come donna di temperamento e le rendo omaggio”. Lo dichiara, in una nota, il sindaco di Benevento, Clemente Mastella.

Il segretario provinciale di Centro Democratico Benevento Giuseppe Puzio, insieme alla coordinatrice cittadina Anna Orlando, si uniscono al dolore della grave perdita di Vittoria Principe. Da Centro Democratico vanno le più sentite condoglianze alla famiglia di questa grande personalità del mondo giornalistico e politico sannita.

“I Moderati” partecipano commossi al lutto della famiglia Principe per la perdita della cara Vittoria, volto noto nel Sannio per l’impegno politico e per le grandi doti da giornalista. Le più sentite condoglianze da tutto il gruppo de “I Moderati”.

La segreteria provinciale e quella cittadina di “Noi campani”, insieme ai due gruppi consiliari del Comune di Benevento, “Noi Sanniti” e “Lista Mastella”, si stringono al dolore dei figli, della sorella e di tutta la famiglia Principe per la perdita della cara Vittoria. Donna forte e capace, giornalista poliedrica, amante del suo territorio, il Sannio, al quale era fortemente legata. La ricordiamo tutti per il suo impegno in politica e per le battaglie che, con determinazione, ha portato avanti per la salvaguardia dei diritti delle donne.

Questa la dichiarazione del presidente dell’Assostampa Sannita, Giovanni Fuccio: L’Associazione Stampa Sannita perde con Vittoria Principe una professionista seria ed impegnata da sempre attivamente nel mondo della comunicazione locale sia come giornalista che editore di periodici e TV locali avvertendo forte il legame con la città di Benevento e la gente del Sannio. Al suo nome sono legate numerose battaglie soprattutto in favore delle donne. Il presidente Fuccio ed il Direttivo tutto, esprimono ai figli Enrico e Francesco, al marito Lindo ed alla sorella Candida le più sentite condoglianze.

I consiglieri comunali Luigi Scarinzi, Vincenzo Sguera, Luca Paglia e Anna Rita Russo, aderenti al gruppo Patto Civico in seno al Consiglio Comunale di Benevento, esprimono il più profondo cordoglio per la prematura dipartita dell'amica Vittoria Principe giornalista di lungo corso che tanto si è spesa per la sua città portando avanti battaglie civili per sua comunità e non disdegnando la discesa diretta nell'agone politico. A Candida, a Lindo, ai figli e a tutta la sua famiglia sentite condoglianze.

"La scomparsa di Vittoria Principe mia amica e grande giornalista d'inchiesta, è una perdita enorme per il Sannio. Ha sempre raccontato con verità lo stato della città di Benevento e la sua testimonianza sarà il nostro programma è il programma di tutte le forze politiche. Mancherai Vittoria a tutti gli uomini liberi" - è quanto ha dichiarato Fulvio Martusciello, europarlamentare di Forza Italia.

"La notizia della scomparsa di Vittoria Principe addolora tutta la comunità del Partito Democratico del Sannio. La Federazione esprime le più sentite condoglianze alla famiglia e si stringe al dolore per la perdita della giornalista, da sempre sostenitrice delle istanze delle donne e della nostra comunità".

"La notizia della scomparsa di Vittoria Principe lascia un vuoto in chiunque l’abbia conosciuta. Esuberante, fuori dagli schemi, coraggiosa. Vittoria ha vissuto pienamente, assumendosi spesso il coraggio di opinioni impopolari. Io l’ho conosciuta in occasione di un’intervista che volle farmi, poi siamo diventati amici, ci sentivamo spesso ed era sempre un vulcano di idee e progetti. Ha aiutato fino all’ultimo le persone in difficoltà. Mancherà alla nostra comunità la sua vivace intelligenza e la sua capacità di stare sempre contro il potere”: cosi, in una nota, Leonardo Ciccopiedi.