Benevento-Spezia, già scontro salvezza: sui padroni di casa grava la responsabilità di fare davvero punti

- Sport IlVaglio.it

La collocazione è tardo-pomeridiana, di sabato (ore 18 del 7 novembre), dinanzi al pubblico amico del Vigorito classificabile sulle solite mille unità, ed a quello certo più numeroso che s'affollerà sul bordo dei teleschermi e che palpiterà con uguale intensità. Lo scontro fra due neopromosse con la stessa ambizione (quella di conservare la categoria guadagnata) si rivela una cartina al tornasole per comprendere quanto sia praticabile la via che porta alla desiderata salvezza: Benevento e Spezia, quindi, sanno alla perfezione di trovarsi al cospetto di un appuntamento di campionato particolare, dove si fronteggiano avversari senza che, sin dalla vigilia, esista un pronostico magari sbilanciato. Di conseguenza, per entrambe questo è proprio uno scontro diretto in cui il fattore campo non sarà affatto decisivo. Conterà – nel bilanciarsi delle motivazioni - in misura maggiore quello tecnico-tattica, con un obbligo più marcato per i giallorossi, obbligati alla vittoria non solo per spezzare la serie negativa infilata finora (e le remore su singoli ed assetti affiorate), ma anche per dare un contenuto 'materiale' (i punti...) ai segmenti di buon calcio offerti in alternanza con paurosi sbandamenti: sul piatto della bilancia, finora, questi ultimi hanno avuto un deciso peso, decisivo nel far registrare sconfitte anche quando la logica del piccolo passo avrebbe consigliato diversamente. In questa possibile crepa potrebbe insinuarsi lo Spezia, con pensieri più leggeri in testa ma mosso dalla medesima ambizione di muovere la classifica.

Infine, consueta occhiata alle statistiche che contribuiscono a rendere più vario il quadro del match.

La curiosità più 'forte' è che non è stato registrato nessun pareggio nelle sei sfide di Serie B tra Benevento e Spezia: i campani hanno ottenuto il doppio dei successi dei liguri (quattro contro due). Le ultime cinque sfide tra due squadre neopromosse in Serie A TIM hanno sempre visto trionfare la formazione ospitante; nel periodo, lo score è nettamente a favore della squadra di casa (13-2). Nelle ultime 13 sfide tra formazioni neopromosse in Serie A TIM, solo una volta ha vinto la squadra in trasferta (3N, 9P): successo fuori casa del Verona per 1-0 contro il Lecce nel settembre 2019.

Il Benevento non perdeva tre partite di fila in Serie A TIM da marzo 2018, serie che arrivò poi a quattro. Dopo aver incassato esattamente un gol in entrambe le prime due gare interne in assoluto in Serie A TIM, il Benevento ha subito almeno due reti in 16 delle successive 20 partite casalinghe nel massimo campionato, mantenendo la porta inviolata nelle quattro rimanenti.

Quattro dei cinque punti guadagnati dallo Spezia in questo campionato sono arrivati in trasferta: il successo a Udine è stato seguito dalla sconfitta al Meazza contro il Milan e dal pareggio al Tardini contro il Parma.

Il Benevento è andato a segno per sei gare consecutive in Serie A TIM per la prima volta in assoluto. La formazione campana potrebbe diventare la prima squadra neopromossa a trovare il gol in tutte le prime sette gare stagionali di Serie A TIM a partire dal Chievo nel 2001/02.

Gianluca Lapadula, autore di tre gol in questo campionato, potrebbe diventare il primo giocatore di una squadra neopromossa a trovare il gol in quattro delle sue prime sette gare stagionali di Serie A TIM a partire da Cheick Diabaté, sempre con il Benevento nel 2017/18.

Julian Chabot ed Emmanuel Gyasi sono gli unici due giocatori che sono sempre scesi in campo nelle sei partite dello Spezia in questo campionato. Nessun giocatore della formazione ligure ha invece sia segnato che fornito assist.

***

Infine, al termine della seduta di rifinitura, il tecnico Filippo Inzaghi ha diramato l’elenco dei 24 calciatori convocati per la gara:

PORTIERI: Gori, Lucatelli, Manfredini, Montipò.

DIFENSORI: Caldirola, Foulon, Glik, Letizia, Maggio, Barba, Pastina.

CENTROCAMPISTI: Schiattarella, Basit, Dabo, Viola, Tello, Hetemaj, Improta, R. Insigne, Ionita.

ATTACCANTI: Di Serio, Moncini, Sau, Lapadula.