Torna in bilico la riapertura delle scuole in Campania prevista per il 24

- Politica Istituzioni IlVaglio.it

Torna in bilico la riapertura delle scuole in Campania prevista per il 24 novembre, che pure – per un'Ordinanza regionale (n. 90/2020), la quale ha 'resistito' dinanzi al Tar a ricorsi di gruppi di genitori - era già limitata all'infanzia ed alle prime classi della primaria: evidentemente la didattica a distanza costituisce tuttora, ed in particolare per gli stessi genitori (magari non proprio quelli che hanno scelto la via del tribunale amministrativo...), una soluzione alternativa alla presenza quantomeno in tema di sicurezza per la salute dei bambini.

E' quanto si desume dalle parole del presidente della Giunta Regionale campana Vincenzo De Luca, nel suo classico 'punto' sulla situazione in diretta social del venerdì, che suonano così: “È possibile, forse probabile, che non si riapra quando abbiamo previsto di aprire. In questo momento abbiamo un’ondata di richieste per non aprire, i genitori sono sinceramente preoccupati. La riapertura per il 24 era una previsione, ma non apriremo nulla se non avremo sicurezza dal punto di vista epidemiologico”.

Non c'è ancora alcun atto ufficiale, naturalmente, mentre di ufficiale ci sono i contagi, i decessi, il progressivo riempimento delle strutture ospedaliere.