Torna a muoversi la classifica: pari col Pisa, punticino per il Benevento, che ad oggi annaspa e lotta giusto per sopravvivere

- Sport IlVaglio.it

C'è che il ritiro, punitivo o propositivo che sia, sortisce l'effetto di far muovere nuovamente la classifica dell'incerottato Benevento calcio: è ancora un pareggio, un punticino sostanzialmente inutile in chiave di classifica ma chissà quanto sotto il profilo morale di una squadra ad oggi stroncata dal deficit fra aspettative e realtà del campo. Rinviata, ovviamente, la prima vittoria dell'era Cannavaro.

Di certo c'è che ha vinto, sull'erba dello stadio Vigorito, la paura di perdere dei giallorossi, ed il Pisa di D'Angelo lo ha compreso piuttosto tardi, comandando le operazioni di gioco in particolare nella ripresa ma non riuscendo infine a concretizzare alcunché – peraltro nel nulla della pericolosità offensiva offerta da entrambe le contendenti. Inutile dire, invece, che dalla settima gara in fila senza successi da parte dei padroni di casa viene in risalto appunto la dimensione dimessa del Benevento, quella che allo stato gli appartiene: contenere il danno dell'approssimazione fisica che ne ha decimato i ranghi, oltre ad offrire uno spettacolo di affanni anche sul terreno di gioco durante i novanta minuti; stringere i denti in attesa di tempi migliori, vista l'assoluta precarietà degli attuali che destinano i sanniti nei bassifondi della graduatoria e ne perimetrano, correttamente, le ambizioni.

In fondo, la gara col Pisa - uno scialbo ed incolore zeroazero - è appunto apparsa come una prova di sopravvivenza in categoria, ad oggi.

***

Il tabellino:

Benevento - Paleari; Letizia, Karic, Farias, Improta (68' Koutsoupias), Foulon (74' Masciangelo), La Gumina (68' Forte), Schiattarella, Leverbe, Pastina, Capellini. A disp.: Manfredini, Lucatelli, Thiam Pape, Agnello, Basit, Perlingieri, Veltri, Aronica, Sanogo. All. Fabio Cannavaro

Pisa - Livieri; Hermannsson, Marin (57' Ionita), Gliozzi (64' Torregrossa), Toure, Nagy, Sibilli (57' Tramoni), Beruatto, Calabresi (75' Esteves), Rus, Morutan (75' Masucci). A disp.: Andrade, Canestrelli, Jureskin, Mastinu, De Vitis, Barba, Cisse. All. Luca D'Angelo

Ammoniti: Sibilli, Marin, Foulon, Calabresi, Improta, Leverbe

Arbitro: Ivano Pezzuto di Lecce. Assistenti: Giuseppe Marco Macaddino di Pesaro e Marco Ceccon di Lovere. Quarto Ufficiale: Andrea Ancora di Roma 1. Var e Avar: Simone Sozza di Seregno e Oreste Muto di Torre Annunziata.

(la foto è tratta dal sito ufficiale della società sannita)