Il Benevento vuol ripartire subito andando a vincere a Reggio Calabria

- Sport IlVaglio.it

Archiviata la sconfitta interna contro il Lecce, il Benevento è pronto a tuffarsi in un’altra sfida prestigiosa contro una nobile decaduta del calcio italiano, la Reggina. Gli amaranto sono gli ultimi della classe ma attenzione a non sottovalutare la loro giovane età e la voglia di mettersi in mostra. Al Granillo i sanniti vorranno mantenere la loro imbattibilità esterna e, magari, riconquistare quel primo posto rubato dalla Salernitana, di scena a Roma contro la Lupa, nel lunch match della domenica.

Lo stato di emergenza in cui versano le due squadre fa di Reggina – Benevento una gara dall’esito non scontato. Oggi pomeriggio squadra in partenza per la Calabria. Domani, in mattinata, primo allenamento. Questo il programma a breve termine di Fabio Brini. Il tecnico di Porto Sant’Elpidio non vuole ulteriori cali di concentrazione. Lo ha fatto capire nella consueta conferenza stampa di presentazione del match. “Bisogna ritrovare la convinzione. Solo così non avremo problemi”. Convinzione mista a determinazione che è totalmente mancata sia nella gara contro il Lecce che in quella di Pagani. Un campanello d’allarme da spegnere immediatamente.

Il tecnico giallorosso non è certo aiutato dalla condizione fisica dei suoi ragazzi. Nessuno, tra tifosi, dirigenti e staff tecnico, avrebbe pensato a tale dimezzamento della rosa in così breve termine. Som e Melara saranno pronti solo per la prossima settimana, Doninelli e De Falco fra sei mesi, Allegretti sta assorbendo ancora i carichi di lavoro e non è nemmeno nella lista dei convocati, Marotta e Celjak sono squalificati. In avanti si ricompone la coppia della promozione del Perugia, Mazzeo – Eusepi, sperando che il primo ritrovi gli stimoli persi dopo i tanti mugugni della Curva Sud.

Anche la Reggina non sta vivendo un buon momento. I problemi societari e un avvio di stagione al di sotto dei propri mezzi hanno determinato l’abbandono della nave calabrese da parte di Francesco Cozza. Al suo posto è subentrato Pierantonio Tortelli. La squadra, però, non ha ricevuto la giusta spinta per risalire i bassifondi della classifica. Di fatto, la Reggina è una delle formazioni più in crisi del campionato, con tre sconfitte di fila e sette gare senza vittoria. Problemi di formazione attanagliano, anche, mister Tortelli. Tra squalifiche e assenze bisognerà sostituire Di Lorenzo, Camilleri e l’intera linea mediana, composta da Dall’Oglio, Rizzo e Armellino. Spazio ai giovani, vogliosi di riscattare l’onore della storia recente dei calabresi.

Nonostante gli amaranto si presentino al cospetto del Benevento con numeri da retrocessione, bisognerà fare attenzione alla coppia Roberto Insigne – Di Michele. Il fratello del ben più noto Lorenzo ha segnato 6 dei 10 gol messi a segno dalla sua squadra. David, invece, è ancora fermo, ma la sua esperienza potrebbe essere un arma in più per abbattere la strega. L’ex giocatore della Salernitana sarà un cliente scomodo per Emanuele Padella, confermato dopo la buona prova di domenica da mister Brini.

Arbitrerà la sfida del Granillo il signor Marco Serra di Torino. Una designazione che ha fatto storcere il naso a più di un tifoso. Dopo i gravi torti arbitrali subiti dai giallorossi, sottolineati in settimana anche dal direttore sportivo Di Somma (“Siamo stufi di ripetere le stesse cose ogni week end”), la scelta del fischietto piemontese, dall’espulsione facile, non soddisfa pienamente. Lo score con i sanniti, però, è invidiabile. Tre gare arbitrate, due pareggi, contro Catanzaro e Grosseto, e un successo, ai danni dell’Ascoli.

I tifosi sanniti che vorranno arrivare sabato a Reggio Calabria potranno usufruire della promozione “Porta due amici”. Il possessore della “Supporter Card” potrà acquistare il tagliando al prezzo di 10 euro, mentre gli altri due tagliandi a 15 euro cadauno. Un motivo in più per riempire la curva del Granillo di sciarpe e bandiere giallorosse.